Arrivano i cani antidroga a scuola e la marijuana vola dalla finestra

Blitz a sorpresa dei carabinieri al "Medi" di Galatone. Nel cortile sono stati ritrovati quasi 20 grammi di sostanza stupefacente

Foto di repertorio.

GALATONE – Il sacchetto è probabilmente volato via dalla finestra di qualche aula. Appena l’ignoto studente s’è accorto dell’arrivo dei carabinieri con tanto di cani antidroga al seguito, ha fatto “sparire” la marijuana che l’avrebbe incastrato, rischiando di beccarsi anche una denuncia penale. E così, il sequestro è stato a carico di ignoti, ma forse l’intervento è servito a scoraggiare altri da presentarsi di nuovo in classe con spinelli, tocchetti di hashish e affini.

Il controllo s’è svolto ieri mattina, a Galatone. I carabinieri della stazione locale si sono presentati a sorpresa presso l’istituto di istruzione secondaria superiore “Enrico Medi” di via Scorrano, con i colleghi del nucleo cinofili di Modugno. Ma i veri protagonisti erano Boss e Quentin, i due cani dal fiuto esercitato a scovare ogni tipo di sostanza stupefacente e i cui soli nomi già incutono un certo timore. Nelle aule e fra i corridoi i due pastori tedeschi non hanno scovato nulla, ma nel cortile interno, proprio adiacente alla parete, c’era un pacchetto, con dentro quasi 20 grammi di marijuana (19,70, per la precisione).

Si tratta solo dell’ultimo episodio. I controlli negli istituti scolastici si sono fatti piuttosto assidui, di recente. A dicembre, a Galatina, è anche stato denunciato un 17enne, trovato con 13 grammi e mezzo di marijuana. Si tratta di uno studente del professionale “Falcone e Borsellino”. Bene è andata, allora, al giovane del "Medi" di Galatone che ieri ha lanciato via la sostanza. O sarebbe andato a fare compagnia all’altro ragazzo. Va considerato che si tratta di un quantitativo non indifferente, infatti, tanto che difficilmente avrebbe potuto giustificarsi con l’uso personale. Si può presumere, piuttosto, che almeno una parte della marijuana trovata fosse destinata allo smercio.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (13)

  • Benissimo!!! Sappiamo cosa circola nei locali delle scuole (soprattutto nei bagni) ed anche fuori. Non vi fermate continuate a fare controlli sempre !!!

  • 13 grammi un "quantitativo non indifferente" ... state scherzando vero?

  • Ovviamente stai scherzando! perchè quello che affermi non ha senso! Senti Jacopo Ortis, perchè non presenti un bel progetto a scuola per impiantare dei fantastici e colorati distributori di "erba", da posizionare vicino a quelli del caffè e dell'acqua. Certo è che sei proprio un mattacchione!!!!!

    • Non sto scherzando, la perquisizione personale è regolamentanta in modo abbastanza rigido, proprio perchè può facilmente violare la libertà personale, in vari modi. È necessario un decreto di perquisizione "motivato" da parte di un PM e chi viene sottoposto ad un atto del genere ha tutto il diritto di farsi assistere da un legale o da una persona di fiducia, inoltre in una scuola i soggetti interessati sono pure minorenni. Le azioni a sorpresa, senza motivazione, basate su "sospetto", sono quelle che non hanno senso e viaggiano sul filo dell'illegalità.

      • ma dove hai letto che ci sono state delle perquisizioni personali?

      • Lei Non conosce bene la legge in materia. Sono 2 le motivazioni (per armi e droga) che possono permettere alle forze di polizia di entrarti in casa senza alcuna autorizzazione da parte di un magistrato, basta solo il sospetto.E se blitz c'è stato in quella scuola, evidentemente c'era più di un sospetto , e la prova è che l'involucro con 20 gr di marja c'era. Penso anche che, se i cani avessero fiutato gli abiti di tutti gli alunni di quella classe....quella classe ora sarebbe vuota....sarebbero tutti davanti ad un magistrato a giustificare....."l'odore" di marja! Oltretutto, in passato, ho letto molti suoi commenti sull'argomento, tutti a giustificarne il consumo.... ne è fruitore?

        • Il sospetto deve essere "fondato" e non una statistica, è perfettamente normale che se si prende un gruppo numeroso di persone, tra queste si trova chi fuma, chi bene, chi ha un'unghia incarnita ecc. Fondato, non vuol dire che se c'è un viavai di persone verso una casa, allora c'è un fondato sospetto che stia spacciando, fondato vuol dire che se si sente uno sparo in una casa, allora è probabile che ci sia un'arma, sul semplice sospetto non si fonda nessun procedimento giudiziario, altrimenti la polizia potrebbe entrare dove vuole e quando vuole per giustificare la ricerca di armi e droga. Io sono per la legalizzazione e per uno stato di diritto, hai qualche problema con ciò?

  • I genitori degli alunni dovrebbero opporsi a simili atti da stato di polizia con la complicità del preside. Un'assurdità che sta prendendo sempre più piede che viene pure elogiata.

  • I gentori di questi ragazzi dove stanno ? E i presiti di controlli dopo tutto questo che sta succedendo non riesconoa dare una mano perche tutti devono collaborare a controllare que gioventi senza cervello che con tutto quello che si parla loro sono menofrechisti anche della lorostessa vita e sideve capire che ieri era difficile fare i genitori ma oggi e molto mamolto più difficile per chi cresce bambini deve stare molto attenti ,perche colmondo che cambiasta cambiando in peggio

  • Notiziona

  • Chi meglio degli studenti conoscerà il proprietario di quella marijuana, troppa per pensare ad un uso personale. Fossi nei panni degli agenti inquirenti, in quella scuola rinnoverei il blitz...

  • 20 grammi non te li porti appresso per consumo ma per spaccio. Ora si spiega tutti sti ragazzi ben vestiti, con sti bei cellularoni da 500 euro e passa.

Notizie di oggi

  • Economia

    Lecce libera, ma dallo smog e da interessi di bottega. E nessuno parla di salute

  • Economia

    Crescono le esportazioni dei prodotti. Lecce è fanalino di coda in Puglia

  • Cronaca

    Armato di pistola nel negozio "Mondo Convenienza", via con l'incasso

  • settimana

    Colpo nell’agenzia di scommesse: giovani rapinatori incastrati dal colore dell’auto

I più letti della settimana

  • Alba di sangue sulle strade del Salento, una 33enne in gravi condizioni

  • Scossa di terremoto di magnitudo 2.9 al largo del Capo di Leuca

  • Colpo nell’agenzia di scommesse: giovani rapinatori incastrati dal colore dell’auto

  • Ragazza trasforma casa sua in una centrale dello spaccio di droga

  • Rapinatori sfuggono per un soffio alla cattura, ma perdono il bottino

  • Un palo abbattuto e un guard-rail divelto, ma i veicoli scompaiono subito

Torna su
LeccePrima è in caricamento