Giovane di 26 anni scomparso, le ricerche alla periferia di Gallipoli

I carabinieri stanno proseguendo nelle ricerche di Daniele Battistini, di Nardò, che ha fatto perdere le tracce da domenica. La cella telefonica agganciata oggi nella zona di via Cagliari, nella Città Bella. Ieri sulla litoranea

Il ripetitore che ha agganciato la cella.

NARDO’ – Dopo due notti trascorse senza avere alcuna notizia, le ricerche di Daniele Battistini, 26enne di Nardò, sono riprese questa mattina di buona lena. La denuncia di scomparsa è stata presentata presso la caserma locale dei carabinieri ieri mattina, lunedì 2 ottobre, dai famigliari del ragazzo, che non l’hanno più visto fare rientro domenica. Nel pomeriggio ha avvisato che sarebbe uscito per una passeggiata verso la litoranea, dopodiché di lui si è persa ogni traccia.

Daniele Battistini-2-2-2Con sé Battistini aveva anche il telefono cellulare, al momento dell’uscita da casa. Ma per ora non ha riposto ad alcun sollecito. Con il coordinamento della prefettura, le ricerche si stanno concentrando in queste ore soprattutto verso il centro abitato di Gallipoli. Il suo dispositivo mobile è in funzione e i ripetitori ne hanno tracciato gli spostamenti, agganciando la cella. Ieri nella zona di Rivabella, sul litorale, oggi più verso la città, nell’area di via Cagliari, periferia nord.

Può darsi che il giovane abbia qualche appoggio e molto lascia intendere che si tratti di un allontanamento volontario; in tal caso, ovviamente, essendo maggiorenne, non sarebbe obbligato a rientrare a casa o a comunicare dove si trova. Tuttavia, finché non si avrà qualche notizia che sollevi da qualsiasi dubbio, le ricerche devono continuare. Il giovane, quando è uscito da casa, indossava pantaloni neri e maglietta grigia, e aveva uno zaino. La famiglia chiede massima collaborazione anche ai cittadini.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colto da malore al volante, fa a tempo ad accostare ma poi muore

  • Si recide l'arteria radiale del polso potando i suoi ulivi: 67enne muore dissanguato

  • Un violento scontro fra due veicoli: feriti entrambi i conducenti

  • Rimandata a casa con un antidolorifico per l’emicrania, ma aveva un ictus: indagato il medico

  • Dopo la confisca, “testa di legno” per ditta in odor di mafia: sigilli a patrimonio dei De Lorenzis

  • Mafia, droga e spari all’ombra delle “Vele”, chieste condanne per due secoli e mezzo

Torna su
LeccePrima è in caricamento