Giovane freddato da un colpo di pistola alla gola: via agli accertamenti medico-legali

Eseguita oggi l’autopsia sul corpo del 28enne di Maglie Mattia Capocelli. Previsto per questa mattina, è invece slittato a lunedì l’interrogatorio di convalida dell’omicida reo confesso

LECCE - Atteso per oggi, alla fine è stato fissato per lunedì mattina l’interrogatorio di convalida nei riguardi di Simone Paiano, il 25enne magliese che nella notte tra il 24 e 25 aprile, ha sparato alla gola del compaesano 28enne Mattia Capocelli, provocandone la morte. Il proiettile partito da una pistola semiautomatica calibro 6,35 (non ancora ritrovata) non ha lasciato scampo al ragazzo deceduto poco dopo nell’ospedale di Scorrano.

Oggi, sono iniziati gli accertamenti medico-legali, con l’autopsia, eseguita nel "Vito Fazzi" di Lecce, dal dottore Alberto Tortorella, su incarico del procuratore aggiunto Guglielmo Cataldi e del pubblico ministero Maria Consolata Moschettini (titolari del fascicolo d’inchiesta). L’esame non ha aggiunto nulla di più di quanto già noto sulle cause della morte.

Proseguono a ritmo serrato le indagini sull’episodio, avvenuto a Maglie, in via Don Luigi Sturzo, nelle vicinanze di una rivendita di panini e bibite, e sembra farsi sempre più strada, tra i possibili moventi, quello dei contrasti maturati per faccende di droga.

Potrebbe interessarti

  • Un traguardo dopo l'altro: Lele dei Negramaro pronto alla 9 chilometri

  • Bidoni della spazzatura, i metodi per averli sempre puliti e igienizzati

  • Come annaffiare le piante quando sei in vacanza

  • "Felice di essere con voi": Elisa super ospite del concertone della Taranta

I più letti della settimana

  • Automobile si ribalta fuori strada, muore giovane madre di 33 anni

  • Torna il maltempo, allerta arancione: forti temporali attesi a partire da ovest

  • Perde il controllo dell’auto e si ribalta: un 27enne in Rianimazione

  • Autovelox su statali e provinciali: ridefiniti i tratti dove possono essere installati

  • Morto Giovanni Semeraro, il patron che ha portato il Lecce dentro il calcio moderno

  • Due incidenti: un 18enne in codice rosso e una giovane incinta al "Fazzi"

Torna su
LeccePrima è in caricamento