Giovane marocchino scomparso, il procuratore Motta: "Situazione preoccupante"

Continuano senza sosta le ricerche del 14enne di origine marocchina scomparso lo scorso 28 luglio da Salice Salentino dove il ragazzo, secondo di tre figli, vive con la famiglia. Il procuratore Cataldo Motta ai microfoni dell'Ansa ha definito la situazione preoccupante, non escludendo la possibilità che il ragazzo sia stato reclutato da qualche organizzazione

LECCE – Continuano senza sosta le ricerche del 14enne di origine marocchina scomparso lo scorso 28 luglio da Salice Salentino dove il ragazzo, secondo di tre figli, vive con la famiglia. Osama sarebbe uscito di casa per fare un passeggiata, ma di lui poco dopo si sarebbero perse le tracce.

La famiglia, preoccupata anche dal fatto che il 14enne ha lasciato a casa il telefono cellulare e tutti i documenti oltre oggetti ed effetti personali, ha presentato denuncia di scomparsa. Secondo i primi riscontri il ragazzo avrebbe raggiunto in treno il capoluogo salentino.

La vicenda è già finita all’attenzione della magistratura. "Non nascondo la mia preoccupazione – ha riferito all'Ansa il procuratore di Lecce Cataldo Motta –. La Digos sta indagando, stiamo svolgendo tutti gli accertamenti necessari. Non escludiamo l'ipotesi che possa aver lasciato il territorio nazionale. Di certo il contesto è particolare perché sembrerebbe esserci un certo interessamento di più persone alla possibilità di svolgere attività belliche nell'interesse di qualche gruppo organizzato”. Il terribile sospetto, ovviamente ancora tutto da verificare, che è il 14enne possa essere finito nella rete dei cosiddetti reclutatori. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Domani mattina, nella moschea di via Livio Tempesta nel quartiere San Pio, i genitori del 14enne lanceranno un appello con la speranza di poter presto abbracciare nuovamente il figlio.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ritrovato senza vita il corpo del sub: si era immerso per una battuta di pesca

  • Incidente sul lavoro, muore a 35 anni schiacciato da una macchina saldatrice

  • Intervento di riduzione dello stomaco, muore in casa dopo un malore

  • Cinque tamponi positivi al Covid-19, due per residenti in provincia di Lecce

  • Cerca di riparare l’antenna in casa dei suoceri, poi precipita dal tetto: muore un 60enne

  • Tenta rapina nel market, ma il cassiere reagisce. Arrestato dopo la fuga

Torna su
LeccePrima è in caricamento