Occupazione abusiva, la guardia costiera "libera" altre due spiagge sullo Ionio

Interventi a Ugento, dove era stata allestita anche una zona d'ombra di 165 metri quadrati e a Porto Cesareo, localita Scalo di Furno

Parte del materiale sequestrato.

UGENTO – Per arginare il fenomeno dell’occupazione abusiva delle spiagge pubbliche, particolarmente diffuso sul versante jonico del Salento, la guardia costiera prosegue nell’azione costante di monitoraggio avviata un mese addietro.

L’attività di verifica non è stata vana, ma ha portato a due distinti sequestri, a Ugento e Porto Cesareo. Sul litorale del primo comune sigilli apposti in una struttura che aveva occupato 250 metri quadrati in più rispetto a quelli in regolare concessione e realizzato una zona d’ombra abusiva della superficie di circa 165 metri quadrati. Per il titolare dello stabilimento è scattata la denuncia, le attrezzature sono state sequestrate e rimosse dall’arenile restituito alla fruizione pubblica.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A Porto Cesareo, invece, in località Scalo di Furno, i militari del locale ufficio marittimo hanno sequestrato ombrelloni e sdraio in un’area di circa 70 metri quadrati occupata senza titolo da ignoti. Una sorta di spiaggia pubblica attrezzata, ma senza nessuna concessione. Dall’inizio dell’operazione Mare Sicuro 2018 sono sei gli interventi conclusi con un sequestro, per un totale di mille e ottocento metri quadrati di nuovo nella disponibilità della collettività.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ritrovato senza vita il corpo del sub: si era immerso per una battuta di pesca

  • Incidente sul lavoro, muore a 35 anni schiacciato da una macchina saldatrice

  • Con una molletta da bucato si "liberava" della droga: scoperto e arrestato

  • Cerca di riparare l’antenna in casa dei suoceri, poi precipita dal tetto: muore un 60enne

  • Cinque tamponi positivi al Covid-19, due per residenti in provincia di Lecce

  • Fermato per strada trema davanti ai carabinieri. In casa aveva marijuana

Torna su
LeccePrima è in caricamento