Rigattiere denuncia: "Affiancato in strada da uno scooter e fucilata sul furgone"

Un 32enne di Copertino sarebbe stato vittima di un atto intimidatorio verificatosi proprio mentre era in movimento con il suo furgone Daily. Il fatto avvenuto martedì mattina lungo la strada per San Donato di Lecce. L'uomo non ha saputo fornire spiegazioni sul perché sarebbe stato preso di mira

COPERTINO – Un rigattiere 32enne di Copertino, Tommaso Floriano Cirfera, sarebbe stato vittima di un atto intimidatorio verificatosi proprio mentre era in movimento con il suo furgone Daily.

L’inquietante episodio risalirebbe a martedì mattina. Cirfera stava viaggiando a bordo del suo mezzo di lavoro lungo la provinciale per la vicina San Donato di Lecce, quando, all’improvviso, sarebbe stato affiancato da un uomo a bordo di uno scooter che, all’improvviso, avrebbe esploso un colpo di fucile da distanza pressoché ravvicinata.

Il misterioso attentatore, ovviamente, si sarebbe ben premunito di coprire il volto con un casco. Dunque, irriconoscibile a Cirfera, che non ha potuto fare altro, se non recarsi dai carabinieri della tenenza locale per narrare i fatti, senza però riuscire a fornire ulteriori dettagli, né un possibile movente per un simile episodio.

I militari hanno riscontrato la presenza di alcuni segni sulla fiancata destra del Daily, ma non veri e propri fori. E’ possibile che sia stato usato un fucile a pallini. Il mezzo è stato sottoposto a sequestro su ordine del pm di turno, Massimiliano Carducci, per i rilievi di rito.               

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rogo nel negozio per le feste: in manette ex gestore del "Twin Towers"

  • Violento impatto fra due veicoli, ragazza di 19 anni in Rianimazione

  • Cicloturista preso in pieno da un'auto: deceduto dopo il trasporto in ospedale

  • Bimba di 9 anni nel negozio. "Portata in una stanzetta e palpeggiata"

  • Cede il cric durante il cambio della ruota del tir: ferito un meccanico

  • Operazione "Vele": mafia, droga e spari, oltre 40 davanti al giudice

Torna su
LeccePrima è in caricamento