Ignoti mettono fuoco a un piccolo immobile disabitato a Lido Conchiglie

E' successo a tarda ora. Sul posto vigili del fuoco e carabinieri. Non c'è forse un vero movente. Il proprietario abita al nord

SANNICOLA – Probabilmente è stato un atto vandalico fine a se stesso e senza alcuna motivazione più grave e inquietante sottostante. Di certo, la vicenda ha dovuto mettere in moto sia i vigili del fuoco, sia i carabinieri, per i necessari approfondimenti. Nella notte, infatti, ignoti sono entrati dentro un immobile praticamente disabitato e del vuoto di mobilia o altro, appiccando le fiamme. E’ stato usato del liquido infiammabile, e alcuni residui sono stati anche trovati.

L’immobile in questione è un fabbricato di 45 metri, al centro di un terreno privato, nelle campagne di Lido Conchiglie, località rivierasca nei pressi di Gallipoli e che ricade nel territorio di Sannicola. Il proprietario è un imprenditore residente a Brescia. Sono rimaste annerite le pareti. Sul posto, per gli accertamenti, i carabinieri del Norm di Gallipoli e della stazione di Sannicola.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Una 15enne: “Lo zio mi ha molestata per sette anni”. Via all’inchiesta

  • settimana

    Nuova irruzione in banca in pieno giorno: caccia ai rapinatori

  • Attualità

    Si urla al complotto per un photored, ma sulle regole poi ci si autoassolve

  • Cronaca

    Farmaci scaduti al “Vito Fazzi”, convalida del sequestro. Due indagati

I più letti della settimana

  • Paletta, ma non sono agenti: rapinato in strada della sua Bmw

  • Si scaglia contro il rapinatore e lo fa arrestare: da lunedì avrà un contratto nel market

  • Fascette per legargli zampe e collo, un cane chiuso nel sacco e gettato nel canale

  • Impatto devastante all'incrocio di notte: due feriti e auto distrutte

  • Giallo Martucci, rivelazioni delle sorelle. “L’assassino lo abbiamo tra le mani, andate a prenderlo”

  • S'imbatte nella Classe A, riconosce i truffatori e li fa prendere dalla polizia

Torna su
LeccePrima è in caricamento