Il controllo scatta dopo mezzanotte. In pizzeria due camerieri minorenni e in nero

Il titolare è stato denunciato a piede libero dai militari della guardia di finanza della tenenza di Casarano. Oltre a lavorare in orario notturno, non avevano contratti e certificazione medica per attestare l'idoneità fisica

Redazione 15 settembre 2012
28

 

SUPERSANO – Mai visita fu più a sorpresa. Era passata mezzanotte e la pizzeria si sarebbe apprestata di lì a poco a chiudere i battenti, dopo una serata di lavoro, quando sono entrati i finanzieri della tenenza di Casarano. I quali non erano certo lì per assaggiare le specialità della casa. E nel corso del controllo, di problemi ne hanno individuati ben due, sotto forma di camerieri. Assunti in nero e per di più minorenni: una sedicenne e un diciassettenne.

Secondo quanto contestato, i due ragazzi sarebbero stati impegnati in mansioni lavorative, in palese violazione della normativa vigente in materia di lavoro minorile. Oltre a svolgere attività in orario notturno, non erano provvisti della certificazione medica che ne attestasse l’idoneità fisica. E tutto questo, per il semplice motivo che non avevano neanche un contratto regolare.

E’ successo a Supersano, dove il titolare del locale, un uomo sulla quarantina d’anni, è stato denunciato a piede libero alla Procura della Repubblica. Oltre all’indagine penale, seguiranno, chiaramente, anche le sanzioni. Per la manodopera in nero, le multe variano a mille e 500 a 12mila euro per ciascun lavoratore, maggiorata di 150 euro per ogni giornata di lavoro effettivo, cui si aggiunge una sanzione per l’omesso pagamento dei contributi e premi, riferiti a ciascun dipendente, non inferiore a 3mila euro, indipendentemente dalla durata della prestazione lavorativa accertata.

Annuncio promozionale

A tutto questo, c’è poi da aggiungere la misura più grave della sospensione dell’attività imprenditoriale. L’impiego del personale in nero è risultato superiore al 20 per cento del totale dei lavoratori presenti sul luogo di lavoro.

Supersano
lavoro nero

28 Commenti

Feed
  • Avatar di Dario

    Dario Signor "Detto Fatto" ma di quale servizi sta parlando? secondo lei in italia, o meglio al sud, esistono ospedali, scuole, trasporti, strade, ecc che possono classificati servizi?

    il 17 settembre del 2012
  • Avatar di Alessandro Magno

    Alessandro Magno Gli imprenditori devono avere il coraggio di ridurre il giro d'affari, di licenziare, di chiudere...è il Paese che lo sta chiedendo...ma ad oggi l'unico che sta avendo questo coraggio sono Alcoa e Fiat....bene avanti così! Evasione per una pizzeria...giusto punire! Ma allora perchè l'IMU non la pagano le banche....magari la stessa banca che ha la sede di fronte alla pizzeria. I grossi non sono evasori per il semplice fatto che si fanno le leggi....Ma l'Italia sarebbe un Paese migliore con un parlamento con qualche pizzaiolo in più e qualche banchiere in meno??? EMIGRATE EMIGRATE EMIGRATE...questo Paese va chiuso....per ferie per sempre....A Alla festa di Torrepaduli per gli abusivi non serviva la finanza intenta a prendersi qualche soldo dai regolari ma le squadracce tipo Grecia...tanto sarà quella la nostra fine....Emigriamo fin quando siamo in tempo.

    il 17 settembre del 2012
    • Avatar di SALVY

      SALVY Sarebbe bello mandare a casa tutte queste brave persone e far governare l'italia a gente che lavora dalla mattina alla sera e che sa veramente quali sono i veri problemi del paese e perchè non si riesce ad andare avanti andando avanti cosi penso che arriveremo peggio della grecia la cosa che mi preoccupa di più che futuro riusciremo a dare ai nostri figli se questi parassiti stanno rovinando tutto l'unica cosa buona che e rimasta da fare controlli e controlli l'unico controllo che ci resta che vengano a fare e il veterinario tanto di rispetto agli animali forse loro qualcosa di buono riuscirebbero a farlo  

      il 17 settembre del 2012
  • Avatar di Dario

    Dario se incominciassimo tutti a concentrarci su tutti i diritti e servizi che ci vengono negati o farceli passare per "gentili concessioni", penso che le cose incomincerebbero a cambiare. questo stato, o meglio questa classe politica sta "dissanguando" un popolo e per giunta gli sta tagliando tutto.attualmente,vivo in Germania , qui le tasse si pagano ma ameno hai un ritorno in servizi.funziona tutto! non mi si venga a dire che in Italia i servizi non funzionano perchè ce troppa evasione. se questa classe politica avesse avuto piè soldi pensate che le cose sarebbero andate diversamente? dobbiamo incominciare a chiedere il resoconto tutti gli anni di come viene gestito il denaro pubblico. esattamente come loro (guardia di finanza) fanno con noi. è un nostro diritto!

    il 16 settembre del 2012
  • Avatar di dino germa

    dino germa Signor Rocco, ho notato che spesso invece di commentare le notizie si limita a replicare e ad offendere chi ha già espresso il proprio parere. Si limiti a fare i suoi commenti e non replichi commenti degli altri. Pensa forse di poter insegnare qualcosa a qualcuno? Ognuno ha le proprie opinioni e sono tutte rispettabilissime se non offendono alcuno. Questo Le permetterebbe di risultare quantomeno indifferente agli occhi di tantissimi lettori, che vedo spesso lamentano la sua arroganza.

    il 16 settembre del 2012
    • Avatar anonimo di Rocco

      Rocco Faccia lo stesso Lei, pretende di insegnare qualcosa comportandosi allo stesso modo? Chi è l'arrogante? Chi è Lei il giustiziere mascherato? Se "detto Fatto" ha qualcosa da replicare credo che sia in grado di farlo da solo. Pensi a commentare le notizie invece di assumere le difese di chi non glielo ha nemmeno chiesto. Buona serata ZORRO!!!

      il 16 settembre del 2012
  • Avatar di detto fatto

    detto fatto Io chiamo parassita chi (senza averne diritto perché non paga le tasse) utilizza ospedali, scuole pubbliche, asili, strade, a tutti gli altri Servizi che con le tasse che pago da dipendente contribuisco a tenere in piedi. Se non riesci a stare sul mercato cambia mestiere e cercati un lavoro da subordinato se sai fare qualcosa. Non puoi esercitare un'attività commerciale sfruttando come schiavi i dipendenti e non pagare le tasse perché le ritieni esagerate. Anche noi dipendenti riteniamo che siano eccessive ma le dobbiamo pagare e le paghiamo. Per quanto riguarda i signori politici io li ritengo non una casta ma un'Associazione a delinquere ma sono quelli che noi abbiamo voluto. Ti sia d'esempio quanto si è verificato qui a Lecce. Ci sono indagini in corso per i più svariati reati ma tutto il GRUPPO che ha governato ed ha messo la Città in questa situazione è stato confermato. Vedremo cosa sapremo fare alle prossime elezioni.

    il 16 settembre del 2012
    • Avatar di SALVY

      SALVY vedi che ho fatto per ben 22 anni l'operaio e so cosa vuol dire sia fare l'operaio che fare l'imprenditore se riesco a vendere tutto senza farmi danno ritorno a fare l'operaio che è meglio te lo posso garantire

      il 16 settembre del 2012
  • Avatar di detto fatto

    detto fatto Signor Peppino, ha fatto bene a ricordare che si può assumere legalmente anche i minori ma io sono convinto che tutti questi parassiti si avvalgono dei dottori commercialisti al solo scopo di poter evadere di più e con più sicurezza e non per mettersi in regola.

    il 16 settembre del 2012
    • Avatar anonimo di Rocco

      Rocco Assumere un solo dipendente significa scavarsi la fossa con le proprie mani. L'assunzione di un operaio comporta automaticamente l'aumento del volume d'affari, anche se non corrisponde alla verità, per non ritrovarsi, il giorno dopo, la guardia di finanza nell'azienda. Avere un dipendente costa al datore di lavoro circa 70/75 euro al giorno, tra stipendi, tasse e commercialista. Per fare un esempio, se un idraulico quando interviene per un guasto chiedesse al cliente 100 euro per lui e 100 euro per l'operaio (più iva al giorno solo di manodopera), che sono praticamente solo 50 euro in più della giornata lavorativa più le tasse (in totale) si vedrebbe "aggredito" e chiamato pazzo. Per la sostituzione dei sanitari di un bagno, che almeno richiede una giornata di lavoro, non credo che sarebbero in molti ad essere disposti a pagare, solo di manodopera, 242 euro. Come deve fare un datore di lavoro a far quadrare i conti? Invece di farci la guerra tra poveri, perchè non ci concentriamo sui veri sprechi che impediscono all'Italia di "rinascere"? Alcuni esempi: acquisti di armi, aerei e navi militari che non ci servono assolutamente; Stipendi, pensioni, privilegi e vitalizi faraonici a persone che non li meritano perchè non hanno fatto nulla di buono per il nostro Paese; Affitti megagalattici di immobili ad uso ufficio che si potrebbero tranquillamente evitare; Finanziamento ai partiti, camuffato da rimborso elettorale, così elevato da permettere ai tesorieri di investire all'estero (i nostri soldi); Mantenimento dei nostri militari all'estero che non possiamo permetterci; e ce ne sarebbero tanti altri esempi da fare!!! Chi sono veramente i parassiti? Ancora una volta hai utilizzato questo spazio per offendere, lo fai spesso. Bisognerebbe essere in grado di guardare un po oltre il proprio naso per non puntare il dito a casaccio verso chi ormai è al limite della sopportazione. Per finire, un alto dirigente dell'Agenzia delle Entrate in un'intervista ha dichiarato che se le piccole aziende e i piccoli imprenditori dovessero pagare tutto ciò che gli viene chiesto dallo Stato potrebbero tranquillamente chiudere. Ha aggiunto che il carico fiscale applicato alle aziende è pari, in alcuni casi, al 70%. Questo dice tutto!!! Lo Stato sa di essere lui la causa principale dell'evasione, sottopone le aziende ad un carico fiscale che è il più alto al mondo, ma preferisce far credere al popolo che la colpa di tutto sia del panettiere sotto casa o del pizzaiolo. Speriamo di svegliarci presto, altrimenti ci toccherà combattere per un pezzo di pane.

      il 16 settembre del 2012
    • Avatar di SALVY

      SALVY Amico caro parassita puoi chiamare chi ci a ridotto in queste condizioni prova tu a fare impresa in questo paese e poi ne parliamo io purtroppo la mia attività se andiamo avanti così non passa molto tempo e la chiudo perchè facendo tutte le cose in regola come ci viene chiesto e impossibile si lavora per le banche e per lo stato vorrei un po vedere io se nessuno pagava le tasse come farebbero tutte queste brave persone a permettersi tutti questi vitalizi tanto ci siamo noi brave persone a lavorare perchè non muovono un dito per fare qualcosa per risollevare il nostro paese si dice si fa finta ma son tanto stupidi perciò prima di offendere ripassa un pò le parole nel cervello 

      il 16 settembre del 2012
  • Avatar di Peppino Ditaranto

    Peppino Ditaranto Si può assumere termporaneamente anche un minorenne, ma NON in NERO!!! Per ottenere l'autorizzazione all'assunzione del minore occorrono: - Preliminare assenso scritto dei genitori o del tutore; - Domanda presso la Direzione Provinciale del lavoro competente al rilascio dell'autorizzazione; - Documentazione (certificato medico della AUSL territorialmente competente) che attesti l'idoneità fisica del minore allo svolgimento dell'attività per cui avviene l'assunzione. La visita medica per il rilascio di tale certificato è a carico del datore di lavoro. Il Servizio Ispezione della Direzione Provinciale del lavoro, verificata la sussistenza di tutti i requisiti previsti ed esaminata la compatibilità delle modalità e dei tempi di svolgimento dell'attività lavorativa con l'assolvimento da parte del bambino dell'obbligo scolastico, nonché con la tutela psico-fisica del minore, rilascia l'autorizzazione, valida esclusivamente per il tempo strettamente necessario alle esigenze dell’attività che il minore è chiamato a svolgere. L’autorizzazione dovrà essere esibita dal datore di lavoro in caso di ispezione. Per i bambini, liberi da obblighi scolastici, l'orario di lavoro non può superare le 7 ore giornaliere e le 35 settimanali. (Legge 17 ottobre 1967 n. 977; Decreto Legislativo 4 agosto 1999 n. 345, Circolare n. 1/2000)

    il 16 settembre del 2012
    • Avatar di Alessandro Margarito

      Alessandro Margarito In America a 16 anni si ha le patente e si è considerato abbastanza grande per lavorare. In Italia invece ci si ritrova a non poter assumere un ragazzo/a pur volenteroso e a volte più valevole di tanti adulti, Specie se il lavoro è prevalentemente notturno proprio per motivi pesantemente burocratici.

      il 25 settembre del 2012
    • Avatar di Luigi Degiorgi

      Luigi Degiorgi sig Peppino,saranno anche giuste queste leggi ed obblighi ,ma sono state fatte per rendere la vita difficile a tutti e a giustificare posti di lavoro dell'amminstrazione. In molti paesi occidentali i giovani vanno a farsi qualche soldo liberamente e poi il consenso dei genitori non basterebbe? Forse mi ripeto ma il sistema é cattivo dove vivo il tasso di disoccupazione é de 2.5 ,ma i commercianti non vengono assillati in continuazione e le tasse vengono pagate e se il tenore di vita non corrisponde con quello che si dichiara allora si che sono guai.

      il 16 settembre del 2012
  • Avatar di Luigi Degiorgi

    Luigi Degiorgi Credo che il nostro sistema abbia bisogno di un certificato di idoneità (mentale) non si può andare a rompere coloro che lavorano e cercare di fare applicare le leggi stupide adottate dai nostri benpensanti visto che se applicate alla lettera non ve commerci che possa tenere. Quei ragazzi in qualsiasi qui dove vivo in svizzera avrebbero lavorato tranquillamente ed il titolare detrarre i soldi versati dalle sue imposte. Invece col nostro modo di fare obblighiamo sti giovani a rubacchiare o spacciare per farsi qualche soldo 

    il 16 settembre del 2012
  • Avatar di Marco Bianchi

    Marco Bianchi Egregio Sig. Carrozzo io il suo post l'ho capito. Non capisco questa sua agitazione nel rispondere in quel modo. Volevo solo mettere in evidenza le sue contraddizioni. E come se un automobilista passato con il rosso viene fermato dal poliziotto, il quale lo multa... e l'automobilista in torto marcio inizia ad inveire contro il tutore della legge dicendogli che era meglio se pensasse ad arrestare mafiosi criminali e spacciatori invece di colpire la povera gente. Le sue sono chiacchiere da bar .... sia più pragmatico. Quanto a me io sono un semplice operaio lei sicuramente sarà molto più fortunato di me, e comunque potrà essere anche il padre eterno l suo commento per me il suo commento è contraddittorio. Arrivederci

    il 15 settembre del 2012
    • Avatar di Mario Carrozzo

      Mario Carrozzo ....caro Signor Bianchi, mettiamola così, probabilmente stiamo dicendo la stessa cosa ma non ci capiamo, ma proverò a farle un esempio e magari potrà comprendere quello che voglio dire e cioè che devono PAGARE TUTTI INDISTINTAMENTE, non mi sembra che abbia detto che chi passa con il rosso non debba pagare. Alla festa di San Rocco a Torrepaduli, la finanza, ha colpito per evasione fiscale chi rilasciava 85 scontrini su CENTO, mentre poco più in la c'era chi non aveva nemmeno il registratore di cassa o meglio ancora c'erano gli abusivi extracomunitari con tanto di spazio riservato alla loro attività illegale. Le sembra giusto questo nei confronti di chi paga le tasse...quasi per intero? E poi un'altra domanda, ha mai visto rilasciare una fattura, una ricevuta ad un Avvocato? Ad un medico con studio privato? Con Buona Pace per tutti, se tutti rispettassero le regole, dal più grande al più piccolo, forse anche l'Italia funzionerebbe meglio, ripeto INDISTINTAMENTE, dal semaforo rosso all'omicidio. Se guarda infatti oggi, chi uccide si fa sette/otto anni di carcere e poi è fuori, chi evade le tasse, anche se in modo minore, viene perseguitato a vita fino a quando non versa nelle casse dei politici ehm, delle banche ehm, dello Stato quanto deve. Senza rancore Signor Bianchi, con la speranza che adesso abbia potuto capire il mio pensiero.....PEACE and LOVE.

      il 16 settembre del 2012
  • Avatar di Conte Mattia

    Conte Mattia Ma quanti benpensanti! Ma ci rendiamo conto che stiamo allevando una generazione di sfaticati e smidollati? Lungi da me il voler giustificare lo sfruttamento dei lavoratori, ma vi sembra giusto che un ragazzo/studente di 16/17 anni non possa cercarsi un "lavoretto" saltuario, magari durante l'estate o i fine settimana, in un bar o in una pizzeria al solo scopo di mettere da parte qualche soldino per le proprie necessità? Ai miei tempi si andava "dallu mesciu" e si imparava molto di più che sui banchi di scuola. Io ho sempre lavorato l'estate per potermi garantire gli studi universitari, eppure non credo di essere stato sfruttato da nessuno, anzi! Ora trovare un imprenditore o un artigiano disposto a prendere un garzone di bottega è diventato più difficile che vincere al superenalotto!

    il 15 settembre del 2012
    • Avatar di Ivan

      Ivan Esiste il modo di far lavorare un minorenne stando nella legalità e senza il dovere di assumerlo. Si chiama contratto a chiamata. Solo che le persone non lo sanno. Fanno prima a far lavorare la gente e basta come è sempre stato fatto fin'ora!

      il 16 settembre del 2012
    • Avatar di rocco piccinno

      rocco piccinno Anchio sono andato "dallu mesciu" dall'età di 12 anni e ti assicuro che non ho un buon ricordo,pace all'anima sua. Lavorare come schiavo sette giorni su sette,fino alle 22 di sera,sabato e domenica,fino alle 14,per poi darmi 150 lire (sic!)... Giunto all'età di 15 anni (contemporaneamente frequentavo la scuola dell'obbligo,anche con profitto)per farmi assicurare, e quindi avere diritto all'assistenza medica, gli dovetti tirare un martello.....così mi sono ritrovato qualche anno di contributi che uniti agli altri anni di lavoro mi hanno permesso di avere una buona pensione. Vedo che nulla è cambiato, anzi ..... Così un giorno presi un treno da Lecce e.....via,via,via. Ho lasciato u sule,u mare,lu ientu......ma chissenefrega,li trovo ugualmente in Italia e nel mondo dove mi piace viaggiare! I mesci teneteveli stretti stretti voi del salento......

      il 15 settembre del 2012
  • Avatar di Giorgio Romano Romano

    Giorgio Romano Romano Sfruttamento del lavoro minorile e in nero è contro la legge e va perseguito, ma contemporaneamente vanno perseguiti anche le categorie professionali evidenziate nei commenti precedenti se la legge è uguale per tutti.Sarebbe opportuno perseguire in primis coloro ce arrecano maggior danno alla collettvità e di conseguenza maggior lucro completamente estraneo al fisco ma come è stato già scritto in precedenza si sta alimentando sempre più una guerra tra poveri facendo una cernita tra chi sanzioare e chi è immune, ma tutto ciò è comprensibile non a caso siamo governati da bancheri. La poccola evasione fa scoop e serve da deterrente per scoraggiare il contribuente medio a non evadere, i grandi evasori che muovono ingenti capitali vengono tollerati perche indirettamente foraggiano la corruzione e garantiscono i privilegi alle caste, le banche hanno bisogno di capitali, e quando sono consistenti non importa da dove provengono, questa è la triste società in cui viviamo.

    il 15 settembre del 2012
  • Avatar di Mario Carrozzo

    Mario Carrozzo Caro Signor Bianchi, forse non ha compreso bene quello che ho scritto nel mio commento e cioè che vanno colpiti tutti gli evasori INDISTINTAMENTE, dalla A alla Z dal più ricco al più povero, chi sbaglia deve PAGARE, ma allo stesso tempo ho scritto che al momento a PAGARE sono quelli della classe medio bassa, un po' come le tasse di MONTI, che sta massacrando la classe medio bassa come quella a cui appartengo e non tocca i potenti, i veri evasori, ma sicuramente Lei farà parte di quest'ultima se se le presa così tanto SENZA COMPRENDERE il vero significato del mio commento. Un ultima cosa, se va nel mio profilo di sicuro si accorgerà alla voce "Odio" che c'è scritto...l' Ipocrisia, quella che vive in Lei e a proposito di senso civico, si informi prima con chi ha a che fare prima di dire Idiozie!!! Nel mio commento si chiede PARITÀ di TRATTAMENTO e di applicazione delle SANZIONI per tutti gli evasori, ripeto, INDISTINTAMENTE! Grazie......PEACE AND Love.

    il 15 settembre del 2012
  • Avatar di Marco Bianchi

    Marco Bianchi Caro Sig. Carrozzo la sua ipocrisia non ha limiti. Da qualche parte si deve iniziare. C'è una regola di vita semplice e sempre attuale. Chi è in torto è meglio che stia zitto. Legalità è una parola che ai più è sconosciuta, ma è anche sinonimo di senso civico. Quel senso civico che a lei manca quando fa certe affermazioni infarcite di sola demagogia accompagnate da qualunquismo. Con ossequio.

    il 15 settembre del 2012
  • Avatar di Marco Bianchi

    Marco Bianchi Questi imprenditori devono capire che la musica è cambiata. Ci sono tanti strumenti che garantiscono forme di prestazione lavorative "legali" a costo quasi a zero come i VOUCHER. Finiamola con la solita ipocrisia.

    il 15 settembre del 2012
  • Avatar di Mario Carrozzo

    Mario Carrozzo ....vengono colpiti sempre i lavoratori delle categorie medio basse, ma i professionisti MAI. La legge NON è uguale per tutti, perché va bene la lotta all'evasione fiscale ma bisogna allargare i controlli a tutte le categorie dei lavoratori, INDISTINTAMENTE, ma come la storia insegna......meglio colpire il pesce piccolo, che mettersi contro personaggi di spessore. Ma fate attenzione, la gente si sta rompendo davvero i MARONI!!!!!

    il 15 settembre del 2012
  • Avatar di Mauro C

    Mauro C E perchè non anche un controllo sulle "lucciole" che, a quanto pare, "esercitano" regolarmente in nero e che, sembrerebbe, non sono ancora oggetto di attenzione da parte della Guardia di Finanza ?

    il 15 settembre del 2012
  • Avatar di gino giorgino

    gino giorgino appostatevi anche il sabato e la domenica mattina vicini agli studi medici privati, misurate quanti pazienti , rigorosamente senza ricevuta fiscale per una prestazione di 100/150 euro a cranio e poi fate il calcolo per gli studi di settore. cordiali saluti

    il 15 settembre del 2012
  • Avatar di Amo Gallipoli Amo Gallipoli

    Amo Gallipoli Amo Gallipoli ERA ORA!!!! finalmente i controlli notturni.

    il 15 settembre del 2012