Il frantoio vende beni per sfuggire al fisco

La guardia di finanza ha scoperto una società di Spongano che deve all'erario oltre 2 milioni di euro. Sull'azienda l'ombra della bancarotta fraudolenta

Non avevano pagato il fisco per oltre 2,3 milioni di euro. Ma non sono sfuggiti all'occhio attento della guardia di finanza. I militari della tenenza di Tricase hanno accertato che gli amministratori di una società avevano venduto gli immobili dell'azienda per condurla al fallimento, stratagemma per sottrarsi al fisco. Si tratta di un frantoio sito a Spongano, il cui socio unico è il nucleo familiare. I militari della guardia di finanza stanno accertando se le vendite dei beni siano reali.

Altrimenti si configurerebbe una fattispecie di bancarotta fraudolenta. La scoperta dell'evasione è avvenuta grazie ai soliti controlli economici e finanziari, che hanno consentito di scoprire le omesse dichiarazioni all'erario, ma anche i mancati versamenti annuali, fra cui quello dell'iva. La società era stata affidata a un curatore fallimentare, il quale è impegnato in collaborazione con la guardia di finanza al recupero delle somme dovute allo Stato.

Potrebbe interessarti

  • Balneazione, un pericolo da non sottovalutare: le correnti di risacca

  • Pannelli fotovoltaici: come funzionano e i vantaggi

  • Danneggiata l'edicola votiva della “Pietà” nel centro storico di Lecce

  • Codacons: tariffe telefoniche in grave aumento

I più letti della settimana

  • Spaccio di cocaina nella "movida": 13 arresti e quattro locali rischiano la chiusura

  • Violento impatto fra un'Audi e uno scooter: muore il centauro

  • Un tuffo dall’alta scogliera: lesioni cervicali per un 16enne

  • Lei sul materassino spinto al largo, lui rischia di affogare per salvarla

  • Ricercato in Francia ma nel Salento per vacanza in Porsche: polizia lo aspetta all’uscita dall’acqua

  • Scontro frontale tra due auto: 4 feriti. Coinvolta anche un’autocisterna

Torna su
LeccePrima è in caricamento