L’Imam di Lecce condanna il massacro al Charlie Hebdo: “Terroristi isolati per sempre”

Sulla barbarie di Parigi, nella quale sono morte 12 persone per mano di due fratelli franco-algerini, si esprime anche l'autorità musulmana locale che precisa: "Condannare questo atto terroristico non vuol dire accettare le vignette contro l'Islam"

@TM News/Infophoto

LECCE – Mentre è in corso una gigantesca caccia ai due franco-algerini che ieri hanno barbaramente ucciso 12 persone e ferito altre cinque nell’assalto alla sede del settimanale satirico Charlie Hebdo, a Parigi, il mondo occidentale e non solo si interrogano sull’accaduto e sulle possibile ripercussioni. Un day after che si ripete all’indomani di ogni strage e che lascia la sensazione di impotenza e di totale vulnerabilità.

Emergono dunque scenari apocalittici e l’atavica diffidenza diventa paura che in episodi come questo trova pieno fondamento. Del resto anche l’ipotesi relativa alla realizzazione di una università islamica nel capoluogo salentino aveva testimoniato, una volta di più, di come il tema di una forte presenza musulmana sia percepito nel dibattito comune.

Tra strumentalizzazioni politiche e scenari millenaristi, ci sono due certezze: i due killer – ai quali si sarebbe associata un terzo individuo con compiti logistici – sono cittadini francesi, rientrati da poco in patria dopo aver partecipato al conflitto in Siria con ogni probabilità nelle file delle milizie islamiste. Sulla vicenda si è espresso anche l’Imam Saifeddine Maaroufi, della comunità musulmana di Lecce, attraverso un post su Facebook.

“Siamo musulmani, e il terrorismo non ci rappresenta! Lo dico e lo grido, prima che inizino le accuse contro l'Islam di chi fa di tutta l'erba un fascio! Facciamolo sapere. L'Islam non accetta l'anarchia e il caos. Ma questo, deplorabile evento, è una prova palese, che l'estremismo genera l'estremismo. "Charlie Hebdo", era sì, un settimanale satirico, molto islamofobo e provocatorio, ma questo non dà nessun diritto di uccidere i giornalisti che vi lavoravano e i poliziotti che facevano il loro dovere”.

“Condannare questo attacco terroristico – prosegue l’imam - non vuol dire accettare le vignette contro l'Islam, ma significa differenziare tra il bene e il male. Chi ironizza contro l'Islam, dimostra, palesemente, che ignora completamente questa fede. Ed è tramite il nostro impegno quotidiano, nel vivere l'Islam della pace e la misericordia, che gli diamo la prova del suo errore, ed è così che si combatte  l'islamofobia e i suoi promotori. E diciamolo, unanimemente a colui che ha scelto la via della violenza e del terrorismo, che è isolato e che lo resterà per sempre”.

Una condanna chiara quella dell’autorità religiosa musulmana, simile a quelle che in ogni parte del mondo si sono susseguite dai massimi livelli dell’islamismo fino a quelli più periferici.  Dal fronte politico arrivano le considerazioni  di Adriana Poli Bortone, già sindaco di Lecce e componente dell’ufficio di presidenza di Fratelli d’Italia:  “Siamo convinti che non tutti quanti gli stranieri o gli italiani di religione islamica siano terroristi, però ci aspettiamo un segnale chiaro di distacco da questi atti tremendi. Comunque è ora di guardare con attenzione alla tutela certa e alla sicurezza di tutti quanti i cittadini italiani a cominciare dai soggetti e dagli obiettivi più sensibili perché il susseguirsi di questi atti terroristici in diverse parti d’Europa può far pensare che anche l’Italia non debba stare tranquilla. Viviamo in una democrazia matura nella quale la libertà d’espressione è un valore che va garantito e tutelato sino in fondo.” E’ quanto afferma Adriana Poli Bortone dell’ufficio di presidenza di Fratelli d’Italia- Alleanza Nazionale.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (20)

  • noi "portatori di democrazia" abbiamo cacciato gli arabi togliendogli tutto compreso il futuro dalla Palestina, abbiamo ucciso Saddam mettendo in crisi tutto il territorio arabo e l'Irak, abbiamo ucciso Gheddafi mettendo in crisi una nazione la Libia , abbiamo destabilizzato l'Egitto, tutto in nome di una democrazia fasulla .

    • ...tranne per i palestinesi (discorso del tutto differente - informarsi bene) per il resto concordo pienamente.

  • Nella vita e in tutte le cose ci vuole buosenso, finchè fai una vignetta su Berlusconi, Grillo, la Merkel, Jovanotti, Abatantuono, Lino Banfi ecc..allora non succede niente, ma farle ai terroristi o ad altre religioni lo trovo pericoloso , non lo dico io ma sono i fatti che lo dimostrano, meditiamo tutti in futuro , non bisogna a certa gente dare mai un briciolo di pretesto per manifestare il loro fanatismo, in futuro meno aperture e più distanze e meno interazioni.

  • Premesso che un attacco terroristico possono farlo in qualsiasi momento e senza che ci siano delle motivazioni come quelle delle vignette che avrebbero messo in ridicolo personaggi e situazioni islamiche o comunque di una certa parte del globo terrestre, però resto sconcertato dal fatto che pur sapendo del fanatismo o della pericolosità ( in Francia sono più stranieri che francesi ) di tagliatori di teste si è continuato tranquillamente a produrre queste vignette con tutte le situazioni che ne derivano, noi occidentali ovviamente diciamo che la satira è libera e intoccabile ecc..ma dobbiamo capire che ce una parte del mondo che evidentemente non CONCEPISCE cose che per noi sembrano scontate, questi terroristi nascono con un'altro concetto di vita , nel loro DNA non esistono parole come Democrazia, Libertà, Diritti Umani ecc...quindi sarà bene che in futuro si faccia più attenzione a questi aspetti , e ci si regoli , farsi rispettare sì, ma mai più mettere in ridicolo cose che non ci appartengono.

    • ...per cui secondo lei dovremo fare satira solo su politici, papa, e basta? Ma lei si rende conto di costa sta dicendo? No, credo proprio di no.

      • Caro Aloisio, tieni sempre presente che stiamo parlando di gente FANATICA..! lo pure spiegato , non stiamo parlando di occidentali , ma di gente che vive ancora nel medioevo , che lapida le donne se scoprono solo la faccia, non stiamo parlando di gente normale ( almeno secondo i nostri standard.. ) vedi , se non capiamo questo avremo sempre problemi , se questa gente non concepisce la SATIRA ....è colpa mia !? o tua ? non la concepisce e basta .

        • ...per cui uno non capisce cosa fai a casa tua e tu non lo fai...una filosofia ineccepibile del lassismo, dell'apatia che una parte di società, come lei, crea e divulga. Concordo pienamente con Elio. A casa mia mantengo i miei usi, tradizioni e costumi millenari e se a qualcuno non garba.......non gli sparo ma gli lascio la scelta di andasse via.

        • mah... io i pantaloni a casa mia non me li abbasso.... fallo tu

  • In una vacanza a Sharm El Sheikh ci portarono a visitare una moschea: l'abbiamo vista solo dall'esterno, perchè dentro non potevamo entrare in quanto di altra religione! Noi li accogliamo e gliele costruiamo pure le moschee... in casa nostra! Noi dobbiamo farli integrare... e loro diventano INTEGRALISTI! Tutta colpa del buonismo ipocrita e scellerato di noi italiani (politici e cittadini)! Poi guardate cosa fanno gli altri stati con gli italiani, un esempio su tutti: I MARO'!!!

  • Ragazzi si usa dio per infinocchiare degli invasati ignoranti ed istigarli a commettere queste atrocità, c'è in gioco qualcosa di molto più vero, serio ed importante di un qualsiasi dio. C'è un sistema che sta crollando e le fasi di transizione da sempre non sono a costo zero

  • La continuazione della parola GUERRA era e sarà sempre: RELIGIONE E POLITICA !!!!!

  • quelli dicono di essere musulmani ,ed i politici europei cosa sono?

  • quell'atto è da condannare sicuramente ,ma quello che stanno commettendo i politici italiani ed europei con la complicità dei giornalisti e media servi,non è assolutamente meno li ne hanno ammazzati 10 questi politici stanno estinguendo una nazione intera altro che la strage di parigi

  • Ferisce più la penna che la spada, e di questo se ne sono resi conto da subito questi signori. Come tutti gli altri fondamentalisti, anche costoro, sono solo dei miseri vigliacchi. Il "buon" imam farebbe bene a condannare questi atti senza se e senza ma. La civiltà nella quale costui è venuto liberamente senza se e senza ma a fare proselitismo, grazie a secoli di crescita (con tutti i suoi pro e contro), ha la satira...che gran cosa la satira, e quella di CHARLIE non era islamofoba, sei un BUGIARDO caro imam, la satira di Charlie punzecchiava tutti indistintamente, cristiani, ebrei, islamici... L'ignorante è lei che parla si senza conoscere la satira di Charlie Hebdo e fa affermazioni FALSE. Viva la libertà di satira sempre ed ovunque. 10, 100, 1000, 10.000, 100.000, 1.000.000 di aié tascerlai هي تشارلي Decidete, non sottomettetevi (trad. letterale di islam).

  • La cronaca nera è stracolma di eventi delittuosi, dove protagonisti musulmani inneggiando ad Allah, compiono stragi ed efferatezze di ogni genere. Quale altra religione ha seguaci, che a disprezzo della vita, sono pronti ad uccidere ed a immolarsi ? Considerato che puntualmente l'Islam è associato a questi eccidi. Non voglio fare di tutta l'erba un fascio, ma la verità è sotto gli occhi di tutti: terroristi che agiscono solo per una questione religiosa, bambini di appena 4 anni che imbracciano armi, due donne condannate per aver tentato di assistere ad una partita di pallavolo Iran-Italia, altre due per aver guidato un'auto, altre per aver tentato di cambiare religione, e quante, anche in Italia, uccise da genitori e fratelli solo per essersi innamorate di italiani. A questa gente, non c'è nessuno che gli faccia capire che sono ospiti, e che, o si adeguano alle leggi dei paesi che li ospitano o se ne ritornino nel proprio paese. Questi, da ospiti, sono intolleranti verso regole e religioni diverse dalle loro, non dimentichiamo la loro pretesa di togliere i crocefissi dalle scuole o di mandare le loro figlie a scuola con veli sul capo, per non parlare di quei musulmani sorpresi ad urinare sul sagrato del Battistero di Firenze. Ma forse hanno ragione loro visto che in Europa siamo talmente bendisposti tanto da fargli erigere Moschee e concedere autorizzazioni per i loro luoghi di culto. Proviamo solo a pensare a fare altrettanto nel loro paese, ci processerebbero solo per averlo pensato. Caro imam di Lecce Saifeddine Maaroufi, la satira, nella cultura occidentale, è stata sempre usata per dire delle verità o almeno per accentrare l'attenzione su problemi impellenti . I vignettisti di "Charlie Hebdo", volevano denunciare solo quello che è poi successo ed avevano, purtroppo, previsto bene. La cultura occidentale è famosa per la sua ospitalità, ma se il tributo è questo, faremmo bene ad adeguarci ,nostro malgrado, alla vostra cultura: TOLLERANZA 0

    • ahaha bella questa battuta.... "la cultura occidentale è famosa per la sua tolleranza"... e si certo, salvo escludere gli ultimi 3/400 anni di storia, dove la tollerantissima cultura occidentale ha sterminato popoli dalla storia millenaria INca, Maya, Atzechi, Indiani d'America ecc ecc), ha colonizzato la restante parte del mondo con la forza ed il terrore (coinvolgendola tra l'altro in 2 guerre mondiali), spartendosi territori e popoli come fossero derrate alimentari al mercato, senza guardare in faccia a nessuno, uomini, donne, vecchi e bambini, civili e combattenti (l'onore delle armi non si concedeva agli eserciti "tribali" avversi), politeisti, musulmani e cristiani...la tanto tollerante Francia fino agli anni 60 ha perpetrato crimini e soprusi "di stato" sulla popolazione delle colonie in indocina ed in africa, veda se può la Battaglia di Algeri di Gillo Pontecorvo, mediante l'esercito,le forze speciali e la polizia politica (una sorta di Gestapo in salsa francese, che in Algeria decideva della vita e della morte delle persone)....quindi a quanto vede la società occidentale non è poi così tollerante (almeno al di fuori dei propri confini)

      • Per cultura occidentale tollerante, di certo, non intendevo riferirmi all'aspetto storico e geo-politico, ma solo all'attuale attitudine etica e comportamentale basata sul rispetto delle civiltà e delle culture altrui. Se ne ha l'occasione si informi cosa avviene giornalmente nelle scuole italiane in ottemperanza di una decisa azione sull'integrazione di alunni stranieri (dai rom ai cinesi, dai russi ai bulgari, albanesi , indiani ecc....) E tutto ciò avviene non solo nella scuola ma in molti settori del sociale. Abbiamo allestito campi rom, accolto fino all'inverosimile extracomunitari e non, a Lampedusa, in Puglia, Calabria, Sicilia. E con questo sottolineo l'attitudine del cittadino italiano a dare assistenza con generi di prima necessità e conforto morale. Ogni volta non possiamo partire dalla scoperta dell'America o dalle Crociate.

  • Concordo che nessuna religione può essere oggetto di scherno, ci vuole rispetto per qualunque credo! La libertà in ogni sua forma prima di tutto! La libertà personale ha un limite dove comincia quella altrui, ma proprio gli islamici non possono parlare di libertà!

  • Ritornatevene a casa vostra a combattere i terroristi e poi tornate! Restando qui siete solo dei codardi!

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Sui barconi per una nuova vita, poi schiavizzate e costrette a prostituirsi: 5 arresti

  • Cronaca

    Una biologa rinviene un sacco sulla scogliera: all’interno 9 chili di marijuana

  • Cronaca

    Notte di terrore: piombano in casa di anziana allettata, strattonata la badante

  • Politica

    Perrone, la seconda lettera è per Salvemini: "Li leccesi nu su fessa"

I più letti della settimana

  • Finto incidente con il trucco della pallina, due casi nel giro di poche ore

  • Sgomento per un 20enne che si toglie la vita nella sua casa di Londra

  • Mangiano conserve casalinghe, gravi in ospedale per botulismo

  • Paura in casa Amoroso per un incendio divampato sul balcone

  • Tenta di importare chili di cocaina: anche un 26enne salentino nel maxi blitz

  • La rapina in tarda serata fallisce, in due vengono inseguiti e poi bloccati

Torna su
LeccePrima è in caricamento