impatto devastante, sulla strada ancora una vittima

Terribile scontro nella notte sulla Melendugno-Lecce. A perdere la vita Giampiero Greco, 37enne di Vanze, frazione di Vernole. Era alla guida di una Seat Leon quando s'è scontrato con un'Audi

La strada, ingorda, divora l'ennesima vittima. In giro non si sento altro. "Mai come quest'anno". L'imprudenza, l'alta velocità e quel collante di tutto, il fato. Poi, lo schianto. Avviene così. Neanche il tempo di accorgersi. Un attimo prima, lo stereo che suona, l'aria che filtra dal finestrino, i soliti pensieri che montano in tesa. Un secondo dopo, l'urlo strozzato in gola, le lamiere che si accartocciano, il respiro che si strozza in gola, il mondo che si ribalta e diventa un vortice inghiottito da un buco nero.

Mai come quest'anno.

E' come un rituale. Lo schianto, il silenzio dopo il rombo sordo delle parti metalliche che cozzano ed il fischio delle ruote che si consumano stridendo sull'asfalto. Eterni attimi dopo, intorno a quelle lamiere, le sirene spiegate, le lacrime, la rabbia. Un'altra vittima. Si chiama Giampiero Greco, questa volta. Aveva 37 anni. Faceva il meccanico a Vanza, frazione di Vernole. Lo conoscevano tutti. Lo schianto ha provocato un rimbombo assordante.

"Bam".

Di lì a poco, il suono ritmato e inconfondibile delle sirene. Un monotono richiamo che si avverte a distanza, che diventa sempre più acuto nei secondi che scorrono, fino a morire quando sembra trapassare le finestre di case. L'ultimo ululato si perde in un "uuuuh" prolungato e discendete, fino a strozzarsi all'improvviso. Poi, di nuovo il silenzio. Sono arrivati.
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Melendugno-Lecce, provinciale ad alta percorrenza, strada del mare per definizione, poco prima delle 24. Greco viaggia su una Seat Leon, sta rientrando a casa. A poche centinaia di metri dallo svicolo per Vanze, lo schianto, con un'Audi Tt. Al volante, Filomeno Montinaro, 24 anni. Che sia stato un sorpasso azzardato all'origine di tutto? La dinamica appare complessa. Polizia stradale e carabinieri, sul posto, provano a ricostruire, mentre si fa sempre più fitto il capannello di persone che scende dalle case e invade la carreggiata. La via è bloccata dalle transenne. Arrivano i vigili del fuoco, e anche i volontari della protezione civile. L'unica cosa che appare certa: è un frontale. Di quelli devastanti. Greco muore praticamente dopo lo schianto. Montinaro, nativo di Galatina, è ferito, ma non a rischio di vita. Le auto, ormai da demolire. Il capannello inizia a sfoltirsi. Qualcuno piange e racconta: "Giampiero s'era sposato da poco". Ora dorme.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nulla da fare per l'80enne scomparso: trovato morto nelle campagne

  • Rientrano dal Brasile nel Salento: madre, padre e figlia positivi al Covid

  • Militari in spiaggia: sequestro in un lido, denunciato imprenditore

  • Giorgia e il fidanzato Emanuel Lo: vacanze salentine d’amore

  • Svolta nel caso Mauro Romano: identificato un uomo, sospetto sequestratore

  • Fiamme e fumo sulla collina di Lido Conchiglie. Si sospetta l'origine dolosa

Torna su
LeccePrima è in caricamento