In pista con le tasche piene di droga, quattro giovani in manette

Mdma, cocaina, hashish, marijuana, ketamina. Ne avevano davvero per tutti i gusti. Tre brindisini, fra cui uno di soli 16 anni, e un ucraino residente a Eboli, nei guai. Sequestrati anche i soldi

GALLIPOLI – E’ ormai una lotta senza quartiere. E dopo i sei arresti per spaccio dei carabinieri di Maglie, nelle discoteche e sulle strade fra Santa Cesarea Terme e Otranto, questa volta a fare il pieno sono stati i loro colleghi della compagnia di Gallipoli. L’arrivo di alcuni appuntamenti molto attesi, fra concerti e dj, ha fatto salire molto la soglia dell’attenzione. E in un affollato locale non sono sfuggiti, nella notte, quattro giovani. Rispondono di spaccio di sostanze stupefacenti. Si tratta di Stanislav Kurivchak, un 19enne ucraino, ma residente a Eboli, in provincia di Salerno, e di tre brindisini: Renato Simonetti, 21enne, Angelo Cavaliere, 25enne, e A.F., l’unico minore del gruppo (ha 16 anni).

Nella notte, dunque, erano al lavoro i carabinieri della stazione di Gallipoli, del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia e dell’XI battaglione “Puglia”, in rinforzo per la stagione estiva, impiegati fra città, locali notturni e marine. E, oltre attività quotidiane di routine, altre vengono svolte in abiti civili. In questo modo, i carabinieri si confondono fra la massa di turisti e fra i giovani sulle piste delle discoteche e nelle aree concerto.

I quattro sono stati scovati in discoteca, e, secondo i militari, a spacciare al dettaglio stupefacenti. Addosso, anche una notevole somma in denaro, ritenuta provento proprio della cessione. Il minore ha destato particolare sorpresa. Pare che A.F. si trovasse nel pieno della pista, circondato da giovani, probabilmente interessati ad acquistare quanto aveva in tasca: oltre a quaranta dosi di hashish anche venti di marijuana, cinquanta di Mdma e dieci di cocaina. I militari hanno anche rinvenuto 50 euro. Il ragazzo era, insomma, una sorta di centrale danzante dello spaccio.  

Il 16enne brindisino, s’è scoperto ben presto, era giunto a Gallipoli in compagnia di un suo concittadino, il 25enne Angelo Cavaliere, che è stato trovato in possesso di sessantasei dosi di Mdma e 140 euro. Sempre in compagnia dei due, vi era anche il 21enne, sempre brindisino, Renato Simonetti, secondo i carabinieri incaricato di riscuotere il totale provento dello spaccio (aveva ben 870 euro in banconote di vario taglio).

Non strettamente legato a loro, ma comunque sempre nel corso dello stesso servizio, i militari hanno poi notato atteggiamenti sospetti di un altro giovane, il 19enne, ucraino Stanislav Kurivchak, con residenza in Campania. Durante una perquisizione personale, l’hanno trovato in possesso di dieci dosi di cocaina, venti di hashish, dieci di Mdma, trenta di ketamina, e 185 euro.

Tutti gli arrestati, su disposizione del pm di turno, Maria Vallefuoco, sono stati condotti in cardere, ad eccezione del minorenne, che si trova nel centro di prima accoglienza per minori di Lecce.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colto da malore al volante, fa a tempo ad accostare ma poi muore

  • Si recide l'arteria radiale del polso potando i suoi ulivi: 67enne muore dissanguato

  • Agenzia funebre nel mirino: data alle fiamme da ignoti, del tutto distrutta

  • Un violento scontro fra due veicoli: feriti entrambi i conducenti

  • Rimandata a casa con un antidolorifico per l’emicrania, ma aveva un ictus: indagato il medico

  • Mafia, droga e spari all’ombra delle “Vele”, chieste condanne per due secoli e mezzo

Torna su
LeccePrima è in caricamento