In vacanza a Gallipoli con marijuana e hashish. “Segnalati” due giovani turisti

Nei guai due 28enni della provincia di Bergamo fermati per un controllo nella Baia Verde e poi trovati con la droga. Per il guidatore anche il ritiro della patente

la sostanza sequestrata

GALLIPOLI - Ancora controlli mirati da parte degli agenti del commissariato di polizia di Gallipoli nella zona della Baia Verde al fine di contrastare i reati legati alla detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti nelle località ad alta densità turistica. In tale direzione gli agenti delle volanti nel pomeriggio di ieri, proprio lungo il litorale sud gallipolino hanno fermato un’auto, con a bordo due giovani, che transitava nella zona della marina della Baia Verde per effettuare un controllo.                  

Durante le operazioni di identificazione e verifica dei documenti dell’auto e personali i due ragazzi, entrambi 28enni della provincia di Bergamo, hanno mostrato evidenti segni di nervosismo e tale atteggiamento ha insospettito  gli agenti che hanno deciso di approfondire la questione e vederci chiaro ed hanno proceduto ad una perquisizione più approfondito. Nel corso della verifica all’interno dell’auto sono stati ritrovati all’interno di uno zaino e di un marsupio circa 7 grammi di marijuana e circa 8 grammi di hashish.

Tutto il materiale è stato sequestrato, i due giovani che si trovavano a Gallipoli per un breve periodo di vacanza  sono stati segnalati al prefetto di Bergamo per uso personale, a scopo non terapeutico, di sostanze stupefacenti e per il guidatore  dell’auto, che aveva a proprio carico anche un’altra segnalazione per uso personale di droga, è stata anche ritirata la patente. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colto da malore al volante, fa a tempo ad accostare ma poi muore

  • Un violento scontro fra due veicoli: feriti entrambi i conducenti

  • Si recide l'arteria radiale del polso potando i suoi ulivi: 67enne muore dissanguato

  • Dopo la confisca, “testa di legno” per ditta in odor di mafia: sigilli a patrimonio dei De Lorenzis

  • I pacchi? In casa della postina infedele. E il figlio scovato con la droga

  • Rimandata a casa con un antidolorifico per l’emicrania, ma aveva un ictus: indagato il medico

Torna su
LeccePrima è in caricamento