Incastrato fra le lamiere chiama il 115: "Aiutatemi"

Un 28enne di Carpignano Salentino salvato nella notte dall'intervento dei vigili del fuoco. Si è ribaltato nella sua Opel Corsa, ha perso i sensi e quando s'è risvegliato s'è visto intrappolato

Vigili del fuoco mentre tagliano le lamiere di un'auto (foto dall'archivio di LeccePrima)
Un salto nel vuoto con l'auto, fotogrammi di mondo che si ribalta, poi il buio. I sensi che svaniscono nella notte, sotto una coltre di lamiere ammassate a pochi centimetri dalla pelle. Per alcuni interminabili momenti Mauro Decimo, 28enne di Cutrofiano, è entrato in un sonno forzato. Un animale, un gatto, un cane, una volpe, qualcosa di indistinto nell'ombra, come avrebbe poi raccontato ai suoi soccorritori, gli ha attraversato improvvisamente la strada, mentre viaggiava a bordo della propria Opel Corsa sulla Melendugno-Carpignano. In quei momenti si lotta con l'istinto. Anche se a malincuore, il consiglio generale, e risaputo, è di investire l'animale. Cambiare rotta improvvisamente può portare a drammatiche conseguenze. Il 28enne l'ha fatto, ed ha perso il controllo dell'auto. E' uscito dalla carreggiata, qualcosa, forse pietre ai bordi della via, ha fatto da trampolino. La Corsa si è avvitata e ripiegata su se stessa. Poi, qualcuno ha spento la luce.

Quando s'è risvegliato, il giovane s'è trovato sottosopra, incastrato nella sua macchina diventata una trappola di lame taglienti, ferito, ma non grave. E chissà quanto tempo sarebbe rimasto in quella posizione se non avesse avuto a portata di mano il suo telefonino. E' partita la chiamata al 115, un operatore dei vigili del fuoco ha raccolto la richiesta di soccorso. "Aiutatemi, sono incastrato nell'auto". Dal comando provinciale è uscita immediatamente una squadra, mentre l'operatore continuava a rassicurare il ragazzo, nel panico crescente. "Stiamo arrivando, non ti preoccupare". Quando i vigili del fuoco hanno raggiunto il luogo dell'incidente, hanno tagliato le lamiere della Opel, liberando il ragazzo. Poi, altre sirene, quelle delle ambulanze del 118, ed il ricovero in ospedale, per accertamenti. Mauro Decimo è vivo, la prognosi è di 15 giorni, ma la sua disavventura è di quelle che non si dimenticano.

***

Un altro intervento dei vigili del fuoco s'è registrato intorno all'1,35 di notte in una via secondaria di Cutrofiano (la Cutrofiano-Apidè), dove è andato a fuoco l'escavatore di una ditta del Nord Italia che specializzata in lavori fognari. Il mezzo è andato distrutto ed i danni sono in fase di quantificazione. Non si conoscono ancora le cause dell'incendio, ma non è esclusa la matrice dolosa.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colto da malore al volante, fa a tempo ad accostare ma poi muore

  • Si recide l'arteria radiale del polso potando i suoi ulivi: 67enne muore dissanguato

  • Un violento scontro fra due veicoli: feriti entrambi i conducenti

  • Agenzia funebre nel mirino: data alle fiamme da ignoti, del tutto distrutta

  • Rimandata a casa con un antidolorifico per l’emicrania, ma aveva un ictus: indagato il medico

  • Dopo la confisca, “testa di legno” per ditta in odor di mafia: sigilli a patrimonio dei De Lorenzis

Torna su
LeccePrima è in caricamento