Tre autovetture in fiamme nella notte: mistero sulle cause del rogo

Il primo episodio a Monteroni di Lecce, intorno all’una, gli altri due nel centro abitato di Ruffano. Sono intervenuti i pompieri. A Trepuzzi, scoperto e denunciato un giovane

Foto di repertorio

MONTERONI DI LECCE - Tre autovetture in fiamme, la scorsa notte, in due distinti punti del Salento. Una delle tre è andata a fuoco a Monteroni di Lecce, in via  del Crocifisso, non molto distante da un complesso residenziale di edilizia popolare.

L’episodio si è verificato intorno all’una, per motivi che sono tuttora in fase di accertamento da parte dei vigili del fuoco. Sono stati i pompieri del comando provinciale ad intervenire sul luogo, a seguito della telefonata di alcuni residenti della zona. Spente le fiamme, sono stati avviati i sopralluoghi e i rilievi, alla presenza dei carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Lecce. Al momento, le cause del rogo sono ancora sconosciute, ma la natura dolosa non è stata per nulla esclusa dagli inquirenti.

Sarebbe partito, invece, per cause accidentali il secondo episodio, avvenuto sempre nella notte, questa volta a Ruffano. Ad andare in fumo, la vettura intestata a una coppia di turisti residenti in Svizzera, nel Salento per le ferie. Il veicolo, parcheggiato in via Pola, è stato danneggiato gravemente dalle fiamme, poi domate dagli operatori 115 del distaccamento locale, sopraggiunti assieme agli agenti del commissariato di polizia di Taurisano. Nello stesso comune, circa mezzora dopo, è andata a fuoco anche una terza auto, in via Leuzzi. Si tratta di una Fiat Punto, intestata a una famiglia del luogo: sulle cause dell'accaduto, indagano i carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Casarano.

Risolto, invece, un caso avvenuto a Trepu­zzi di cui si è riportata parziale notizia ieri. Qui, i carabinieri della stazione locale, dopo una breve indagine, hanno denunciato a piede libero S.M., 22enne del. Sulla via del Mare, in località “Vittorio”, avrebbe danneggiato appiccando le fiamme, dopo un litigio futili motivi con la convivente, un'autovettura Lancia T. Il veicolo era già stata sottoposta a sequestro amministrativo per mancanza di copertura assicurati­va in due occasioni, il 17 ottobre del 2017 e il 15 marzo scorso, e affidata loro in custodia giudiziale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Violento schianto in centro, coinvolto il musicista Nando Popu

  • Carabiniere e “Le Iene” sott’accusa, chiesti 100mila euro di risarcimento

  • Spaccio di droga: in 14 a processo. Tra loro l’imprenditore dei vini Gilberto Maci

  • Nuova ondata di maltempo: allerta arancione in attesa delle violente raffiche di vento

  • Buco sul muro del negozio di abbigliamento nel centro commerciale: il furto fallisce

  • Violentò la figlia e nacque una bambina: il padre condannato a 30 anni

Torna su
LeccePrima è in caricamento