homemenulensuserclosebubble2shareemailgooglepluscalendarlocation-pinstarcalendar-omap-markerdirectionswhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsapptelegramcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companieslocation-arrowcarbicyclesubwaywalkingicon-cinemaicon-eventsicon-restauranticon-storesunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Appiccano fiamme al furgone del poliziotto in pensione: colpiti anche i mezzi dei vicini

Malviventi, intorno alle 4, hanno cosparso di liquido infiammabile il veicolo di un ex ispettore di polizia di Sannicola. Le fiamme si sono però propagate anche ai mezzi di altri due residenti del posto. Vigili del fuoco di Gallipoli e carabinieri della stazione locale hanno eseguito un sopralluogo

Foto di repertorio

SANNICOLA – Appiccano l’incendio doloso al furgone di un poliziotto in pensione, e le fiamme colpiscono anche altri due mezzi. Il rogo, di evidente natura dolosa, è scoppiato intorno alle 3, in via Regina Elena, a Sannicola. Alcuni individui hanno cosparso di liquido infiammabile il furgoncino Renault Express di proprietà di M.P., un ex ispettore di polizia di 62 anni. Le lingue di fuoco hanno avvolto la carrozzeria, ma non hanno arrecato alcun danno alle abitazioni circostanti. 

Si sono però propagate a anche a due veicoli parcheggiati nelle vicinanze: si tratta di una Smart coupé intestata a.G.S., una ragazzo di 28 anni, e al Fiat Doblò di proprietà di N.S., una 37enne nata in Svizzera ma residente a Neviano. Sul posto, per spegnere le fiamme, i vigili del fuoco del distaccamento di Gallipoli.

Domato l’incendio, è stato eseguito un sopralluogo lungo la strada, alla presenza dei carabinieri della stazione locale. I militari dell’Arma e i pompieri hanno stabilito la matrice dolosa dell’accaduto, sulla scorta della modalità con la quale sono partite le fiamme. Ulteriori indagini sono in corso per chiarire chi abbia voluto lanciare un messaggio intimidatorio al poliziotto in pensione. Per ricostruire l’episodio, intanto, saranno recuperati anche i filmati del circuito di videosorveglianza.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (2)

  • Tanto prima o poi li prendono. E li mandano ai domiciliari. Ma dimmi te se sta gentaglia deve stare tra le persone civili. Per me dovrebbero marcire in galera. Minimo 15 anni

  • Avatar anonimo di Emanuele Reho
    Emanuele Reho

    tipica ritorsione per il servizio svolto nella sua vita. E anche se li prendono che gli fanno?

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Una galatinese tra le vittime del sisma. Il Salento tra soccorsi e solidarietà

  • Cronaca

    Un altro giro di giostra, la tragedia di Samuele sembra non aver insegnato nulla

  • Cronaca

    Strage di patenti, 75 quelle sequestrate. Denunce a raffica anche per spaccio

  • Cronaca

    Nonostante i domiciliari continua l'attività di pusher, torna in carcere 28enne

I più letti della settimana

  • Un altro giro di giostra, la tragedia di Samuele sembra non aver insegnato nulla

  • Un volo di otto metri: muore sotto gli occhi del figlio titolare di una ditta di luminarie

  • L’amica non ha notizie da Facebook e chiede aiuto: 56enne trovata senza vita

  • Ingerisce tre fiale di cianuro, muore 30enne. Sarà disposta l'autopsia

  • Arriva in ospedale con tagli su tutto il corpo: un 32enne aggredito a Torre dell'Orso

  • Aggredisce la madre e lancia un coltello contro la sorella, in carcere 24enne

Torna su
LeccePrima è in caricamento