Mistero nella notte: la Chrysler di un carrozziere avvolta dalle fiamme

L’episodio a Racale, dove ha preso fuoco la vettura di un 51enne del luogo. Sul posto, pompieri e carabinieri del Norm

Foto di archivio

RACALE  - Brucia l’autovettura di un carrozziere, ed è mistero a Racale. Nella notte, infatti, la Chrysler Voyager di un uomo del posto di 51 anni, parcheggiata in via Udine, è stata avvolta dalle fiamme per motivi che non è ancora dato sapere. Quando sono giunti i vigili del fuoco del distaccamento di Ugento per domare l’incendio, del vano motore era ormai rimasto ben poco.

Ultimate le operazioni di messa in sicurezza, secondo i pompieri si sarebbe trattato di un cortocircuito, forse scatenato da una piccola scintilla entrata in contatto col carburante.  Sul posto, allertati dai vigili del fuoco, anche i carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Casarano, per stabilire la dinamica dell’accaduto.

Secondo i primi sopralluoghi, eseguiti attorno alla vettura e nell’isolato, non sarebbe stato rinvenuto alcun materiale sospetto come bottiglie intrise di carburante o altro. Ma saranno comunque visionate le videocamere di sorveglianza, per fugare ogni dubbio.

Potrebbe interessarti

  • Balneazione, un pericolo da non sottovalutare: le correnti di risacca

  • Il silenzio è una cura, fa bene a corpo e mente: ottimi motivi per tacere

  • “Non lasciamo gli anziani soli in casa”: appello degli psicologi pugliesi

  • Danneggiata l'edicola votiva della “Pietà” nel centro storico di Lecce

I più letti della settimana

  • Infarto per una bimba di 1 anno. Anche un bagnante rischia malore davanti alla scena

  • Violento impatto fra un'Audi e uno scooter: muore il centauro

  • Bambino pesca un osso in mare. E si scopre essere una tibia umana

  • Lei sul materassino spinto al largo, lui rischia di affogare per salvarla

  • Un tuffo dall’alta scogliera: lesioni cervicali per un 16enne

  • Ricercato in Francia ma nel Salento per vacanza in Porsche: polizia lo aspetta all’uscita dall’acqua

Torna su
LeccePrima è in caricamento