Ignoti appiccano le fiamme e distruggono un motocarro Poker

E' successo prima dell'alba nel centro storico di Nardò. Il veicolo, in uso a una donna che gestisce un'attività di rivendita di bombole di gas, è andato distrutto. Sul posto si sono recati vigili del fuoco e carabinieri

NARDO’ – Non c’è dubbio sull’origine dolosa. Quando i vigili del fuoco del distaccamento di Gallipoli e i carabinieri della stazione di Nardò e del Nucleo operativo radiomobile gallipolino sono arrivati sul posto, i primi per spegnere le fiamme, gli altri per avviare gli accertamenti investigativi, si sentiva nell’aria un inconfondibile odore di benzina. E quel veicolo andato distrutto, un motocarro Piaggio Poker, era alimentato a diesel.

Il rogo prima dell'alba

Tutto è avvenuto poco prima dell’alba. Attorno alle 4 del mattino, qualche malintenzionato si è avvicinato al motocarro, parcheggiato in via Don Minzoni, proprio all’ingresso del centro storico neretino, dal lato di via Roma, cospargendo il veicolo di liquido infiammabile e innescando un rogo che ha provocato danni anche a una porta e a buona parte della facciata di un antico palazzo.

Da chiarire il movente

Il motocarro, stando agli accertamenti dei militari, risulta di proprietà di un 76enne di Galatina, ma in buona sostanza in uso a una donna di 36 anni che nelle vicinanze gestisce una rivendita di bombole di gas. Il Poker serviva proprio per il trasporto delle bombole. E fortunatamente, non ve n’erano all’interno quando è stato dato alle fiamme.

In mattinata, i carabinieri ascolteranno la donna in caserma per capire se abbia subito qualche minaccia esplicita o se abbia mai avuto, in generale, avvisaglie che potesse accaderle qualcosa. Cercando anche di comprendere se l’atto debba intendersi mirata all’attività che gestisce o legata a vicende di natura privata.  WhatsApp Image 2018-12-20 at 10.16.07-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragica scoperta: trovato morto in casa, la moglie era costretta a letto per una malattia

  • Le mani della Scu sul gioco d’azzardo: arresti e sequestro da 7 milioni di euro

  • Auto acquistate con “Spot&Go”, scatta l’inchiesta: s’indaga per truffa

  • In poche ore due spaventosi incidenti con feriti sulle strade del Salento

  • Perde un anello molto prezioso e lo ritrova lanciando un appello su facebook

  • Si fingeva chef stellato per molestare universitarie: preso 23enne

Torna su
LeccePrima è in caricamento