Casolare di un commerciante inagibile dopo le fiamme: danni per decine di migliaia di euro

Alcuni individui, intorno all'una e mezzo della notte, hanno distrutto la casa di villeggiatura di un 55 di Galatone. L'incendio è stato domato dai vigili del fuoco, sopraggiunti assieme ai carabinieri. Questi ultimi indagano sull'accaduto

Foto di archivio

GALATONE – E’ rimasto ben poco del casolare che, nella notte, è stato colpito da un incendio appiccato da qualcuno. Utilizzato come casa per la villeggiatura, e al momento fortunatamente disabitata, la struttura è stata dichiarata inagibile a causa degli ingenti danni provocati dalle fiamme. Tutto è accaduto intorno all’una e mezzo, alla periferia di Galatone.

Ignoti si sono recati presso lo stabile, di proprietà di S.D., un noto commerciante nel settore dell’abbigliamento di 55 anni, del posto, e servendosi di liquido infiammabile hanno provocato il rogo in più punti. Ingenti le conseguenze, per svariate decine di migliaia di euro.

I danni sono ancora in fase di precisa quantificazione e non sono coperti da assicurazione. Sul posto, oltre ai vigili del fuoco, anche i carabinieri della stazione di Galatone per valutare l’accaduto assieme alla vittima. Le indagini saranno condotte dai militari dell’Arma, per cercare di risalire all’autore dell’accaduto. Nel corso della mattinata,  intanto, sono sopraggiunti anche i dipendenti dell’Ufficio tecnico comunale per un sopraluogo. L’edificio non è sicuro ed è stato, pertanto, dichiarato inagibile.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia, estorsioni e droga: disarticolato gruppo vicino al clan Tornese

  • Cede il cric durante il cambio della ruota del tir: ferito un meccanico

  • Paura in volo: piccolo aereo sfonda il muretto di un'abitazione

  • Fermati in centro per controllo: dosi di eroina nell'auto, due in manette

  • Positivo a sostanze psicotrope, arrestato giovane che ha investito il belga

  • San Pietro in Lama perde il suo sindaco: stroncato da un infarto Raffaele Quarta

Torna su
LeccePrima è in caricamento