Brucia il terzo piano dell’ex Ospedale Galateo: in fumo vecchi documenti

L’incendio in serata, per motivi al vaglio dei vigili del fuoco. Sul posto anche polizia locale e carabinieri

LECCE  - Alla fine, ha vinto il fuoco Nonostante le proposte di recupero che si sono susseguite negli anni, questa volta, il terzo piano dell’edificio “Ex Ospedale Galateo” in viale Gioacchino Rossini, nei pressi della rotatoria sulla cironvallazione di Lecce, è andato in fumo. Il rogo, divampato intorno alle 20, ha distrutto un archivio composto da faldoni e vecchi documenti, per motivi che non è ancora dato conoscere.

Le conseguenze sono ingenti, non soltanto all’edificio, che pure si ritrova muri anneriti e danneggiati, quanto alla struttura, che versa ormai da tempo in uno stato di abbandono e trascuratezza. Da diversi anni, il complesso è oggetto di svariate proproste da parte di politici che, a turno, hanno proposto soluzioni per una riconversione  del vecchio nosocomio.

Sul posto, oltre ai pompieri del comando provinciale, anche gli agenti di polizia locale, i cui uffici non distano poi tanto dal luogo dell’edificio colpito dall’incendio, e dai carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Lecce.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sommozzatore in un pozzo: all’interno i resti del piccolo Mauro?

  • Violento schianto in centro, coinvolto il musicista Nando Popu

  • Forestali, denunce a raffica. E sequestrate 98mila piantine di melograno

  • Mezzo chilo di droga, pistole e munizioni: in manette zio e nipote

  • Carabiniere e “Le Iene” sott’accusa, chiesti 100mila euro di risarcimento

  • La barca s'incaglia, i tre pescatori tornano a riva sfidando il mare gelido

Torna su
LeccePrima è in caricamento