Ignoti tentano di bruciare un furgone adibito a noleggio con conducente

E' successo nella notte in Contrada Nanni, a metà strada fra Gallipoli e Alezio. Sul caso indagano i carabinieri della compagnia

GALLIPOLI – Semmai l’obiettivo fosse quello di distruggere il furgoncino, l’operazione può dirsi tutto, fuorché riuscita. Le fiamme, infatti, si sono estinte da sole in poco tempo, lasciando qualche segno, ma senza danneggiare del tutto il veicolo. Resta inquietante il gesto in sé, perché l’atto è doloso e ora sul caso stanno indagando i carabinieri della compagnia di Gallipoli.

L’episodio è avvenuto nel cuore della notte in una zona isolata, molto al di fuori rispetto al centro abitato: Contrada Nanni. Un'arteria che nasce da Gallipoli come via Scalelle e ne rappresenta la prosecuzione ideale, arrivando fino ad Alezio. Una strada secondaria verso quest’ultimo comune, rispetto alla parallela provinciale 361, costellata di villette e qualche piccola azienda.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il mezzo, un Ford Transit, di proprietà di un gallipolino incensurato, è adibito a noleggio con conducente. Le fiamme sono state appiccate alla parte anteriore, ma non si sono fatte largo più di tanto, tanto che non c’è stata nemmeno necessità dell’intervento dei vigili del fuoco. Resta ignoto il movente dell'atto incendiario.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nulla da fare per l'80enne scomparso: trovato morto nelle campagne

  • Rientrano dal Brasile nel Salento: madre, padre e figlia positivi al Covid

  • Militari in spiaggia: sequestro in un lido, denunciato imprenditore

  • Svolta nel caso Mauro Romano: identificato un uomo, sospetto sequestratore

  • Giorgia e il fidanzato Emanuel Lo: vacanze salentine d’amore

  • Esce in bici e poi telefona alla famiglia: "Mi sono perso". Ore di ansia per un 80enne

Torna su
LeccePrima è in caricamento