Doppio incendio doloso nella notte. A fuoco i due furgoni di un caseificio

Entrambi i mezzi sono stati avvolti dal rogo, scoppiato poco dopo la mezzanotte nell'area della ditta - presa di mira dai ladri nel mese di settembre - per cause ancora sconosciute. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco del comando provinciale e gli agenti di polizia

L'area in cui erano parcheggiati i due mezzi

LECCE  - Sono state più resistenti della pioggia e di quella cappa umida che ha sovrastato la città per la tutta notte, le fiamme che, poco dopo la mezzanotte, sono divampate nei pressi del caseificio “Delizie Spa” al civico 19 di via Islanda, nella zona industriale di Lecce, distruggendo non uno, bensì due furgoni, in sosta ad una decina di metri di distanza l’uno dall’altro.

Due camion frigo, un Fiat Daily ed un Fiat Iveco,  sono stati letteralmente avvolti dall’incendio e distrutti, mentre si trovavano parcheggiati nell’area adiacente all’azienda, che ha la sua sede principale a Bari, specializzata nella produzione di latticini. Uno dei due veicoli appartiene all’azienda e, al momento del rogo, si trovava carico di merce, per un valore di quasi 3mila di euro. L’altro camion, invece, fortunatamente privo di prodotti, risulterebbe intestato ad un’altra impresa.

Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco del comando provinciale, per spegnere il rogo e mettere in sicurezza tutta la zona, evitando che il fuoco, innescato nella parte anteriore dei due mezzi, potesse propagarsi anche agli stabilimenti o travolgere altri mezzi. Le fiamme hanno raggiunto anche una centralina elettrica, installata sul muro di cinta del cortile, e utilizzata per alimentare le celle-frigo dei furgoni.

A subire un danno, inoltre, la copertura di una struttura metallica, nelle vicinanze del magazzino ed alcune pedane in legno accatastate a ridosso della recinzione. Apparentemente, almeno i locali adibiti a magazzino della ditta non avrebbero riportato alcun danno conseguentemente all’incendio.

Le indagini su quanto accaduto sono nelle mani degli agenti di polizia della questura del capoluogo salentino, i quali stanno tentando di accertare le cause che hanno scatenato l’episodio, concentrandosi soprattutto sulla matrice dolosa che, visto il doppio incendio, sembra costituire l’ipotesi più plausibile.

Il responsabile della ditta, chiamato dagli agenti sul luogo dell’incendio, ha dichiarato di non avere sospetti e che, fortunatamente, al termine dell’orario di lavoro, verso le ore 21, aveva sollecitato i collaboratori a portare via i mezzi,  già carichi di merce da consegnare ai vari punti vendita. Consigli dispensati anche alla luce di un furto che la ditta aveva subito lo scorso 22 settembre. Un duro colpo eseguito da parte di una banda di ladri professionisti, i quali svaligiarono merce alimentare per un valore di circa 30mila euro, per poi scappare con un automezzo Iveco appartenente allo stabilimento industriale.

Potrebbe interessarti

  • Balneazione, un pericolo da non sottovalutare: le correnti di risacca

  • Addio agli aloni su finestre e specchi, come lavare i vetri di casa

  • Pannelli fotovoltaici: come funzionano e i vantaggi

  • Molteplici benefici per chi cammina in riva al mare

I più letti della settimana

  • Spaccio di cocaina nella "movida": 13 arresti e quattro locali rischiano la chiusura

  • Violento impatto fra un'Audi e uno scooter: muore il centauro

  • Un tuffo dall’alta scogliera: lesioni cervicali per un 16enne

  • Briatore scatenato su Instagram: “A Gallipoli mandano via gli yacht”

  • Scu, droga a fiumi e spari nella notte: in 46 rischiano il processo

  • Fingono di scaricare birra appostati davanti ai “paninari”: militari catturano il ricercato

Torna su
LeccePrima è in caricamento