L’ex gestore del “Twin Towers” confessa: “Ho incendiato io il negozio”

Paolo Spalluto, il 57enne leccese arrestato quattro giorni fa per aver incendiato il “Balloon Party”, in viale Japigia a Lecce, ha ammesso le sue responsabilità davanti al giudice

LECCE - Ad armarlo è stato il rancore nei riguardi del proprietario sia del bar “Twin Towers”, di cui era gestore (chiuso per fallimento, con procedura di sfratto in corso), sia del negozio di articoli per feste “Balloon Party” (entrambi in viale Japigia, a Lecce) che ha incendiato venerdì notte.

La confessione di Paolo Spalluto, il 57enne leccese finito in carcere quattro giorni fa, a meno di 24 ore dal rogo dell’esercizio commerciale, è arrivata in mattinata durante l’interrogatorio di convalida dinanzi al giudice Giovanni Gallo. Alla presenza del difensore, l’avvocato Luigi Rella, l’uomo ha ammesso ogni responsabilità, negando però il suo coinvolgimento nel primo episodio incendiario che solo sei mesi fa aveva interessato lo stesso negozio.

Sull’ultimo, avvenuto venerdì notte, ben pochi dubbi hanno avuto i vigili del fuoco nell’accertarne la natura dolosa: c'erano un forte odore di benzina nel locale e tracce di gasolio anche nella filiale della Banca Popolare di Puglia e Basilicata, accanto all’esercizio. A fare il resto, ci hanno pensato gli agenti della squadra mobile di Lecce che durante la perquisizione disposta nei riguardi di Spalluto sono riusciti a raccogliere indizi schiaccianti.

In particolare: una bottiglietta da mezzo litro, riempita con alcol e col tappo bucato, nei pressi della porta d’ingresso di casa; un’altra bottiglia da mezzo litro anche questa con alcol etilico e con il tappo bucato al centro, oltre a rotoli di carta igienica parzialmente utilizzati, e una grande busta di colore nero con tre fusti da 5 litri ciascuno, vuoti ma già usati per contenere gasolio, nell'auto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Infine, nel seminterrato adibito a deposito, gli agenti avevano trovato anche una scala in legno, sporca di benzina, utilizzata probabilmente da Spalluto per raggiungere le finestre del “Balloon Party” e appiccare il fuoco.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nulla da fare per l'80enne scomparso: trovato morto nelle campagne

  • Rientrano dal Brasile nel Salento: madre, padre e figlia positivi al Covid

  • Militari in spiaggia: sequestro in un lido, denunciato imprenditore

  • Giorgia e il fidanzato Emanuel Lo: vacanze salentine d’amore

  • Svolta nel caso Mauro Romano: identificato un uomo, sospetto sequestratore

  • Fiamme e fumo sulla collina di Lido Conchiglie. Si sospetta l'origine dolosa

Torna su
LeccePrima è in caricamento