Incendio nella cucina al quarto piano, evacuato reparto di Chirurgia

Esattamente un anno dopo, ancora un incendio nel "Santa Caterina Novella" di Galatina. Le cause sono da accertare. Il rogo è stato contenuto, ma i pazienti sono stati spostati altrove. Sul posto vigili del fuoco e carabinieri

GALATINA – Quando dalle finestre al quarto piano dell’ospedale “Santa Caterina Novella” di Galatina, proprio dove si trova il reparto di Chirurgia, hanno iniziato a fuoriuscire nuvole di fumo nero, intorno alle 17,30, si è temuto di rivivere un’esperienza in qualche modo simile a quella di un anno addietro esatto.

Ironia della sorte, infatti, era proprio aprile quando  a causa di un incendio divampato di notte nel laboratorio di analisi dell’ospedale, furono evacuati diversi reparti e messi in salvo da vigili del fuoco e agenti di polizia del commissariato anche dei bambini, fra cui undici neonati.

Evacuato il reparto

Questa volta si è risolto tutto più brevemente, ma i rischi non sono mancati. Affatto. Nei primi minuti, quando ancora non si sapeva bene l’entità del rogo e la causa scatenante (quest’ultima, al momento, resta peraltro ancora da accertare), si sono vissuti momenti di inevitabile apprensione.

Più di qualcuno, fra medici, infermieri, pazienti e visitatori, è uscito dall’edificio, sollevando con preoccupazione gli sguardi in alto. Mentre il reparto, dov'erano presenti tredici degenti, è stato evacuato per precauzione anche grazie all’ausilio di una guardia giurata che, avendo  operato come ausiliario dei vigili del fuoco, in contatto telefonico con la sala operativa del comando di viale Grassi, ha svolto le prime, importanti operazioni. Ha mantenuto la chiusura della cosiddetta porta Rei (tagliafuoco), non permettendo all'ossigeno di alimentare le fiamme, poi ha preparato gli idranti e la lancia anticendio, quindi ha gestito l'evacuazione senza generare alcun panico. 

Escluso un cortocircuito

Una squadra di vigili del fuoco ha poi raggiunto il luogo da Lecce e ha completato l'opera, svolgendo sopralluoghi fino a tarda ora. L’incendio, come accertato, è divampato dalla cucina del reparto. Almeno tre o quattro cestini della raccolta differenziata sono andati distrutti. Sembra proprio che fra la spazzatura, insomma, si sia generato tutto. Per quale motivo preciso, deve essere però ancora scoperto. Ma, dopo sopralluoghi, è stato escluso il cortocircuito. Restano in piedi quindi l'episodio di natura colposa - la causa più probabile - e l'atto doloso, ma come pura ipotesi. Sul posto sono giunti per gli accertamenti anche i carabinieri della stazione galatinese.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Video: attimi di forte apprensione nel pomeriggio

30826223_10213857755310953_517453229_o-2L’incendio, per fortuna, è stato domato in tempo e non si è propagato, ma per ora i pazienti sono stati trasferiti per ragioni di sicurezza. Alcune pareti sono rimaste annerite. Bisognerà areare quindi anche i locali. L'anno scorso, prima ancora del rogo a Galatina, ve ne fu anche un altro al "Ferrari" di Casarano, tanto che la somma delle vicende suscitò anche una polemica a carattere politco sulla gestione dei fondi per la sicurezza. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nulla da fare per l'80enne scomparso: trovato morto nelle campagne

  • Rientrano dal Brasile nel Salento: madre, padre e figlia positivi al Covid

  • Svolta nel caso Mauro Romano: identificato un uomo, sospetto sequestratore

  • Giorgia e il fidanzato Emanuel Lo: vacanze salentine d’amore

  • Esce in bici e poi telefona alla famiglia: "Mi sono perso". Ore di ansia per un 80enne

  • "Avvistato un cadavere in mare". E scattano le ricerche verso Andrano

Torna su
LeccePrima è in caricamento