Emergenza incendi, divampano i timori per l’ondata di caldo in arrivo

La sala operativa dei vigili del fuoco, a partire da sabato, presa d’assalto per richieste di interventi soprattutto sul litorale ionico. Si accendono, intanto, le ansie per l’estate

Foto di repertorio.

LECCE – Si surriscalda ufficialmente l’emergenza incendi. Quella di sabato è stata la prima, vera giornata estiva. Assieme a un’invasione di massa delle spiagge salentine, però, registrata anche un’altrettanta massiccia allerta roghi. La sala operativa del 115 e i suoi distaccamenti in provincia, a partire da ieri, è stata presa d’assalto da automobilisti e bagnanti che, utilizzando il numero di pronto intervento, hanno segnalato la presenza di fiamme e colonne di fumo in numerosi punti del Salento.

La fascia più colpita è stata quella ionica: non si contano in fatti gli interventi dei vigili del fuoco sul litorale. Da quello neretino, passando per le campagne di Leverano, fino a Gallipoli, il territorio di Porto Cesareo e le marine di Ugento, decine di casi urgenti hanno costretto ad interventi i caschi rossi. Le sterpaglie andate in fumo, a volte per un "semplice" mozzicone di sigarette abbandonato incautamente, hanno riavvolto il nastro dei ricordi delle cronache locali riportando la memoria indietro, ai recenti disastri ecologici che hanno provocato sciatterie evitabili, come il maxi incendio a ridosso dell’oasi de Le Cesine lo scorso autunno.

La raccomandazione da parte dei pompieri dei vari distaccamenti è rivolta non soltanto agli automobilisti, ma soprattutto ai proprietari delle abitazioni usate per la villeggiatura. Queste ultime vengono spesso lasciate tra degrado e incuria per l’intero inverno: le sterpaglie crescono e, una volta seccate dalle temperature elevate e dal sole, divengono altamente infiammabili. A partire dalla prossima settimana, intanto, scatterà su tutto il territorio regionale l'allerta per i roghi boschivi. Giorni addietro, presso gli uffici della prefettura di Lecce, si è riunita la Conferenza provinciale permanente, presieduta dal prefetto Maria Teresa Cucinotta e alla presenza del comandante provinciale dei vigili del fuoco, della protezione civile, dei vertici delle forze dell'ordine, di amministratori locali e associazioni di volontariato.

Scatta l'emergenza incendi. Il Prefetto: "Fondamentale la collaborazione dei sindaciFino al mese di settembre, infatti, oltre al monitoraggio delle aree sensibili si porteranno avanti interventi di pulizia dei cigili delle strade, principali e non, maScatta l'emergenza incendi. Il Prefetto: "Fondamentale la collaborazione dei sindaci"
nutenzione delle linee ferroviarie, già iniziata con azioni di bonifica chimica e taglio meccanico delle sterpaglie. A supporto dei vigili del fuoco e delle squadre dell'Arif, l'Agenzia regionale per le attività irrigue e forestali, anche numerosi volontari.
 

Potrebbe interessarti: https://www.lecceprima.it/attualita/scatta-emergenza-incendi-prefetto-fondamentale-collaborazione-sindaci.html
Seguici su Facebook: https://www.facebook.com/pages/LeccePrimait/112352998793334


 

Potrebbe interessarti: https://www.lecceprima.it/attualita/scatta-emergenza-incendi-prefetto-fondamentale-collaborazione-sindaci.html
Seguici su Facebook: https://www.facebook.com/pages/LeccePrimait/112352998793334

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ubriaco in contromano, causa incidente con una vittima: conducente in arresto

  • Tallonano la Punto, poi il colpo di pistola per far scendere la vittima

  • Paura sulla statale: perde il controllo e si schianta contro guardrail e albero

  • Cade da un'altezza di dieci metri praticando il parkour: 16enne in gravi condizioni

  • Dalla perquisizione della vettura spunta la droga: coppia di fruttivendoli nei guai

  • Suv scorrazzano tra studenti e bagnanti. E si tenta di deviare lo sbocco a mare dell'Idume

Torna su
LeccePrima è in caricamento