Incendio minaccia Villaggio Adriatico. Vigili del fuoco al lavoro per quattro ore

Un vasto rogo ha colpito, nel primo pomeriggio, la zona di Villaggio Adriatico, alle porte di San Cataldo. Sul posto, sette squadre di pompieri, che hanno evacuato le abitazioni. Si tratterebbe di un atto doloso

I vigili del fuoco (Immagine di repertorio)

VILLAGGIO ADRIATICO (Lecce)  - Sette squadre dei vigili del fuoco sono state impegnate per almeno quattro ore, a partire dalle 14,50, per domare un incendio , divampato alle porte di San Cataldo, sul lato destro. Le fiamme hanno colpito la zona della frazione leccese  Villaggio Adriatico, ingoiando oltre tre ettari di terreno, fino a coinvolgere le abitazioni della zona, evacuate immediatamente, per scongiurare più gravi conseguenze.

La strada che da Lecce porta alla marina adriatica è stata invasa dal fumo, che non ha risparmiato disagi alla viabilità. Sul posto, oltre ai pompieri del comando provinciale di Lecce, muniti persino di un Canadair, poi non utilizzato,  anche gli agenti di polizia municipale, per ordinare il traffico delle autovetture, chiudendo l'arteria da entrambe le direzioni, carabinieri, polizia, squadre della protezione civile e del servizio antincendio boschivo.

Dalle prime ricostruzioni, l'incendio, partito dalla via che congiunge San Cataldo alla vicina marina di Frigole, poi avanzato con le raffiche di vento,  sembrerebbe avere una matrice dolosa. A fornire sospetti sarebbero i numerosi punti in cui è stato appiccato il fuoco. Anche i sanitari del 118 hanno raggiunto il luogo colpito dal rogo, per fornire i soccorsi ad eventuali intossicati.

Nel primo pomeriggio, inoltre, un secondo incendio ha interessato un'altra zona del Salento. Le fiamme sono divampate sulla strada statale 274, che collega Gallipoli a Santa Maria di Leuca, all'altezza di Sannicola, nei pressi della "Masseria Li Foggi". Densi cumuli di fumo si sono innalzati, ostacolando il transito dei veicoli. I vigili del fuoco hanno ripristinato la normalità, intervenendo per domare le fiamme, permettendo ai conducenti di rimettersi in marcia.

Potrebbe interessarti

  • Balneazione, un pericolo da non sottovalutare: le correnti di risacca

  • Pannelli fotovoltaici: come funzionano e i vantaggi

  • Danneggiata l'edicola votiva della “Pietà” nel centro storico di Lecce

  • Codacons: tariffe telefoniche in grave aumento

I più letti della settimana

  • Spaccio di cocaina nella "movida": 13 arresti e quattro locali rischiano la chiusura

  • Violento impatto fra un'Audi e uno scooter: muore il centauro

  • Un tuffo dall’alta scogliera: lesioni cervicali per un 16enne

  • Lei sul materassino spinto al largo, lui rischia di affogare per salvarla

  • Ricercato in Francia ma nel Salento per vacanza in Porsche: polizia lo aspetta all’uscita dall’acqua

  • Scontro frontale tra due auto: 4 feriti. Coinvolta anche un’autocisterna

Torna su
LeccePrima è in caricamento