Eurostar deraglia a Cisternino. Muore il macchinista, venticinque i feriti

Tragico impatto nel brindisino: un Freccia Argento, partito da Roma, fuori dai binari. Paura per duecento persone, mentre perde la vita il macchinista. Un camion avrebbe attraversato il passaggio a livello con la sbarra semichiusa

BRINDISI - Un morto e venticinque feriti, di cui, secondo le ultime stime diramate da Trenitalia, dieci ricoverati e quindici medicati e poi subito dimessi: è questo il drammatico bilancio del deragliamento di un eurostar Freccia Argento, il 9351, partito da Roma in direzione Lecce, avvenuto a causa di un impatto con un camion, intento ad oltrepassare il passaggio a livello, quando la sbarra era già in fase di chiusura. L’impatto è avvenuto in prossimità della stazione di Cisternino, nel brindisino: ad avere la peggio il macchinista del treno, rimasto ucciso nello scontro. Si tratta di Giuseppe Campanella, 50enne di Acquaviva delle Fonti.

Secondo i primi rilevamenti, il treno in corsa è deragliato, uscendo dai binari, ma senza piegarsi sul fianco, all’altezza della strada provinciale 7, a Pozzo Faceto, nella periferia della piccola frazione della provincia di Brindisi. L’autista del tir è riuscito ad uscire dal mezzo, rimasto bloccato al centro delle rotaie, in tempo utile ad evitare di essere coinvolto.

Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco, gli uomini della protezione civile della Regione Puglia, quattro ambulanze del 118. A bordo del convoglio, viaggiavano circa duecento passeggeri, molti dei quali sono in evidente stato di shock.foto (24)-2-3

La circolazione è stata interrotta dalle 13.40, come le stesse Ferrovie dello Stato hanno prontamente comunicato. Per il ripristino della linea Nord-Sud, interessata dall'incidente, è possibile che ci vogliano un paio di giorni. Due feriti sono stati trasportati all'ospedale di Ostuni, mentre gli altri due in quello di Fasano.

I passeggeri verranno condotti a destinazione da dei pullman predisposti da Fs, per sostituire il treno. Secondo quanto comunica Ferrovie dello Stato, il camion ha attraversato il passaggio a livello sulla strada provinciale 7, mentre le sbarre erano in chiusura, rimanendo così bloccato sui binari. È quindi sopraggiunto il Freccia Argento, che era partito dalla stazione di Bari intorno alle 13 e che non ha potuto evitare l'impatto.

"I tecnici di Rete Ferroviaria Italiana e di Trenitalia - si aggiunge - sono immediatamente accorsi sul posto. Le società del gruppo Fs, Rete ferroviaria italiana e Trenitalia, hanno già attivato le commissioni d'inchiesta per stabilire la dinamica dei fatti".

Intanto un provvedimento cautelare è stato assunto dalla polizia ferrovia al cittadino romeno che era alla guida del Tir contro il quale è finito l'Eurostar Roma Lecce. "A carico dell'uomo - spiega il procuratore di Brindisi, Marco Dinapoli - vi sono gravi indizi di reità e la mancanza di una stabile residenza in Italia. Sulla vicenda la procura - spiega ancora Dinapoli - provvede per disastro ferroviario e omicidio colposo". il camionista rumeno, Ionut Cociabab, DI 26 ANNI, è stato dunque arrestato. 

In una nota il Gruppo Ferrovie dello Stato esprime "il più sentito cordoglio e si stringe attorno alla famiglia del macchinista che ha perso la vita nell’incidente di Cisternino. Le Ferrovie dello Stato Italiane, inoltre, esprimono anche la loro solidarietà e vicinanza a tutti i viaggiatori feriti e contusi".

Inizia a muoversi anche la politica. Nelle prossime ore, partirà un'interrogazione parlamentare. “Vorrei esprimere, innanzitutto, il mio personale cordoglio alla famiglia del macchinista rimasto vittima nell’incidente ed un augurio di pronta guarigione a tutti i passeggeri coinvolti”, ha commentato il deputato del Pd Teresa Bellanova, in queste ore. “In Italia, da alcuni dati a disposizione, emerge che lo scorso anno si sono registrati diciotto incidenti ai passaggi a livello, nei quali purtroppo, sino ad oggi si sono contate 15 vittime. L’ultimo incidente in ordine cronologico si è verificato qualche giorno addietro, sempre nella nostra Regione, a Palese”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Ritengo che accanto ad una corretta campagna informativa per i cittadini in merito al codice della strada, il Governo debba affrontare senza rinvii il tema della messa in sicurezza dei passaggi a livello. Nelle prossime ore presenterò un’interrogazione al ministro dei Trasporti per chiedere quante risorse, allo stato attuale, siano state stanziate circa questa tematica e se non si ritenga quanto mai urgente provvedere ad un piano nazionale di messa in sicurezza dei passaggi a livello”, conclude.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L’auto finisce nella scarpata: muore 30enne mentre si reca al lavoro

  • Una 26enne finisce contro un muretto e muore: secondo dramma in quattro giorni

  • Medico rientra dal turno e perde il controllo dell’auto: finisce nel canale

  • In Puglia 124 nuovi contagiati. Due decessi, uno in provincia di Lecce

  • Casi accertati: incremento di 120 in Puglia, 29 per la provincia di Lecce

  • In moto a folle velocità sfugge a tre volanti. “Ero andato a Otranto per un caffè”

Torna su
LeccePrima è in caricamento