Suv fuori controllo punta su di lei: con istinto felino la donna si mette in salvo

I fotogrammi della videosorveglianza mostrano una cliente della stazione di servizio Esso, all'altezza di Cavallino, avvicinarsi alla colonna del rifornimento automatico: in pochi secondi si sfiora la tragedia

Il fotogramma che mostra l'impatto.

CAVALLINO – Ha visto piombare l’auto nella stazione di servizio come una scheggia impazzita e improvvisamente puntare contro di lei: allora, con un gesto d’istinto si è allontanata di qualche metro proprio nel punto in cui la BMW X3 ha interrotto la sua corsa, impattando sulla colonna per l’abilitazione del rifornimento automatico. 

I fotogrammi estrapolati dal circuito di videosorveglianza dell’impianto Esso, sulla Statale 16 all’altezza di Cavallino, tolgono il fiato.  Nel primo – quando l’orario segna sette ore, sei minuti e 58 secondi - si vede la donna avvicinarsi al display, nel secondo, appena sette secondi dopo, si nota la consapevolezza del pericolo imminente: il suv, infatti, ha appena sbattuto contro il guard rail prima di deviare sull’impianto. Ancora un secondo e il veicolo si schianta sulla colonna, mentre la donna è avanzata rapidamente di quei metri necessari a scongiurare ogni conseguenza.

Il conducente della Bmw X3, un 30enne, ha rimediato delle ferite lacerocontuse alla testa ed è stato trasportato dal 118 al Pronto Soccorso del “Vito Fazzi” di Lecce. Sul posto è intervenuta anche la polizia locale di Cavallino per effettuare i rilievi e per predisporre l’accertamento delle condizioni psicofisiche dell’uomo al volante. L'auto è stata seriamente danneggiata nella parte anteriore.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tampona un autoarticolato, donna di 57 anni muore intrappolata

  • Rogo nel negozio per le feste: in manette ex gestore del "Twin Towers"

  • Violento impatto fra due veicoli, ragazza di 19 anni in Rianimazione

  • Cicloturista preso in pieno da un'auto: deceduto dopo il trasporto in ospedale

  • Bimba di 9 anni nel negozio. "Portata in una stanzetta e palpeggiata"

  • Operazione "Vele": mafia, droga e spari, oltre 40 davanti al giudice

Torna su
LeccePrima è in caricamento