Strade bagnate dalla pioggia, raffica di incidenti intorno al capoluogo

Non meno di quattro quelli che si sono verificati in mattinata, fra cui il ribaltamento di un'auto sulla superstrada per Brindisi

LECCE – Il maltempo ha portato con sé il suo bel carico di pioggia e gli inevitabili incidenti. Manto bagnato, più velocità troppo elevata, più, magari, gomme non perfette, sono fra le possibili concause di una catena di sinistri che ha portato un carico di super-lavoro per polizia locale, operatori del 118, in qualche caso anche vigili del fuoco.

WhatsApp Image 2019-11-07 at 12.03.47-2Non meno di quattro, infatti, gli incidenti che si sono verificati attorno al capoluogo nell’arco dell’intera mattinata. Nessuno, per fortuna, più grave di un codice giallo, ma uno di questi particolarmente spaventoso.

E’ avvenuto verso mezzogiorno all’uscita di Lecce, sulla superstrada 613, in direzione di Brindisi. Una Fiat Punto, per cause in fase d’accertamento, s’è ribaltata all’altezza dell’ingresso sull’arteria per chi proviene da viale della Repubblica, pochi metri prima dell’area di servizio Esso.

Considerato il luogo in cui l’incidente si è verificato – uno snodo principale -, forti sono state le ripercussioni per il traffico, nell’ora di punta. Fra gli altri episodi, da citare anche un incidente sulla bretella che collega Lecce a Cavallino (due codici gialli) e un altro sulla Tangenziale Est di Lecce, all’altezza dell’uscita per Merine, frazione di Lizzanello.

WhatsApp Image 2019-11-07 at 10.53.09-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tentato omicidio in una masseria: colpito alla bocca un operaio 27enne

  • Burrasca agita lo Ionio e devasta barche, pontili, maneggio e persino un ristorante

  • Travolge grosso cane che attraversa la via e finisce su un muro: grave 21enne

  • Precipita dalle mura del centro di Gallipoli: un 30enne in gravi condizioni

  • Quell'auto sospetta agganciata più volte. Ed è una sfida ad alta velocità

  • Eroina, cocaina e marijuana: tre arresti, segnalati i due acquirenti

Torna su
LeccePrima è in caricamento