Scontro all'incrocio, auto finisce contro un muro di cinta e lo abbatte

E' successo nel pomeriggio all'ingresso di Copertino. Tre feriti, per fortuna non in modo grave. Sul posto carabinieri e 118

COPERTINO – Attimi di paura, questo pomeriggio, per un incidente avvenuto all’ingresso di Copertino, all’altezza dell’intersezione fra la strada provinciale 17 (che conduce a Nardò) e strada vicinale Li Tumi per un impatto fra una Volvo, dove si trovavano due cittadine tedesche, e una Mercedes, alla guida della quale c’era un neretino. Tutti e tre sono rimasti feriti, nell’impatto, anche se per fortuna non in modo grave. Sono stati condotti in vari ospedali con codice giallo per dinamica.

WhatsApp Image 2019-08-05 at 19.52.43-2Lo scontro, questo è certo, è stato piuttosto violento. Stando a quanto verificato finora, le due donne stavano uscendo da strada vicinale Li Tumi (dovendo peraltro dare la precedenza, visto che c’è un cartello di stop), quando è sopraggiunta la Mercedes che era in ingresso a Copertino. A causa dell’impatto, la Mercedes è andata a collidere contro un muretto di cinta ai limiti della strada, abbattendolo e finendo la corsa dentro il podere.

Sul posto, per i rilievi, sono arrivati i carabinieri della tenenza di Copertino. I feriti, invece, sono stati trasportati con diverse ambulanze per accertamenti in vari pronto soccorso: le due donne al San Giuseppe di Copertino, l’uomo, invece, al Sacro Cuore di Gesù di Gallipoli.  

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ubriaco in contromano, causa incidente con una vittima: conducente in arresto

  • Cade da un'altezza di dieci metri praticando il parkour: 16enne in gravi condizioni

  • Agenzia funebre nel mirino: data alle fiamme da ignoti, del tutto distrutta

  • Paura sulla statale: perde il controllo e si schianta contro guardrail e albero

  • Suv scorrazzano tra studenti e bagnanti. E si tenta di deviare lo sbocco a mare dell'Idume

  • Dalla perquisizione della vettura spunta la droga: coppia di fruttivendoli nei guai

Torna su
LeccePrima è in caricamento