Tutto il Salento sotto la morsa dei roghi, anche incidenti per il fumo

Tamponamento con danni e feriti lievi sulla Nardò-Avetrana. Vasti roghi nelle zona di Lido Marini, Alezio e nei pressi del campo "Panareo". Richiesti anche passaggi con i mezzi aerei. In supporto pure un'autobotte fatta arrivare da Taranto

Foto e video di Antonio Quarta.

LECCE – Anche oggi il vento soffia forte e la temperatura, rispetto a ieri, s’è pure sollevata. La conseguenza è una più rapida diffusione dei soliti incendi di sterpaglie. Le fiamme, “correndo” fra i campi, hanno divorato interi ettari, obbligando i vigili del fuoco, che da settimane già combattono una guerra senza quartiere (la media è di cinquanta interventi al giorno), a un lavoro assolutamente straordinario.

Non sono mancate nemmeno le conseguenze spiacevoli, proprio con gli incendi come concausa. Sulla strada provinciale 359 che collega Nardò ad Avetrana, che rasenta il litorale di Porto Cesareo, si può probabilmente attribuire anche a uno di questi roghi un tamponamento fra tre autovetture (in ordine sparso, una Bmw, una Lancia Y e una Renault Twingo).

A un certo punto, infatti, l’arteria stradale deve essere stata invasa da tanto di quel fumo, da azzerare o quasi la visibilità. Le fiamme si sono propagati pericolosamente fino al margine della carreggiata. E come effetto si è avuto un incidente che, per fortuna, non ha provocato feriti gravi. Sul posto sono comunque intervenuti ambulanze del 118 e pattuglie del commissariato di polizia di Nardò.

E’ stato, quest’intervento nell’area nei pressi di Masseria Giudice Giorgio, in agro di Nardò, uno dei più impegnativi in assoluto del primo pomeriggio, tanto che i vigili del fuoco salentini hanno ricevuto anche il supporto di un’autobotte da Taranto, per approvvigionarsi di acqua, mentre dal cielo un mezzo aereo (questo il video) ha effettuato più lanci dopo aver prelevato l’acqua direttamente in mare.

E la giornata rovente non è certo finita lì. Nel pomeriggio inoltrato, tutte le squadre disponibili erano ancora disseminate in ogni punto della provincia, dalla strada fra Lecce e Trepuzzi, per un rogo nei pressi del campo “Panareo”, ad Alezio, dove già ieri è andato a fuoco un uliveto (mentre a Lecce le fiamme sono arrivate in città, all'altezza di via Taranto), fino a Lido Marini, nei pressi di Ugento. E’ stato soprattutto quest’ultimo rogo a impensierire gli operatori. L’area in cui le fiamme hanno attecchito, molto vasta e anche impervia, tanto che è stato nuovamente messo in preallarme un mezzo aereo che, comunque, non ha dovuto fare capolino in zona. I vigili del fuoco sono riusciti a domare comunque le fiamme che hanno interessato una pineta, senza arrivare alle abitazioni.

Insomma, l’emergenza continua e si fa sempre più difficile, di giorno in giorno, affrontare questa guerra. Il tutto, nel silenzio delle istituzioni locali che, non si finirà mai di ribadirlo, non sembrano applicare con il rigore necessario i regolamenti sulla pulizia delle zone infestate dall’erba secca e sui metodi di prevenzione degli incendi. Il risultato, sarà un’altra estate rovente, con incendi che hanno già, peraltro, distrutto centinaia di uliveti in poco più di un mese e oggi sono persino diventati concausa di un sinistro stradale.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (6)

  • Solo nel Salento si scambia l'abbandono per natura,e l'urbanizzazione per degrado. Vietare il campeggio e la possibilità di usufruire le aree boschive,non le mette al riparo degli incendi. Anzi! Si da tutto il tempo del mondo ai piromani,per organizzare il numero di focolai e il loro posizionamento,in base al vento. Aprire le pinete ai campeggiatori ed eradicare ogni tipo di recinzione dalle aree demaniali. Dopi di che, intervenire duramente con chi non elimina le erbacce e le sterpaglie,che molti privati ed enti pubblici ,non curano,con la scusa che si tratta di macchia mediterranea. Solo così se ne esce. Un esempio su tutti. La collina che va dalla montagna spaccata al quartiere latino,non ha subito mai incendi ...fino a quando non fu chiusa la strada che la attraversava,da lido le canne alla discoteca,con un enorme cancello......

    • Tempo fa ho dovuto chiamare i vigili del mio paese per fargli raccogliere un cane randagio che rischiava di farsi investire su uno stradone. Mi sono fermato ad aspettarli all'imbocco di una stradina di campagna, e siamo stati lì un sacco di tempo per immobilizzare il cane ed aspettare il veterinario. In quei minuti notato una cosa che soltanto dopo ho realizzato: c'era accanto a noi un campo pieno d'erba secca alta circa un metro e mezzo proprio a ridosso di un asilo. Ora, dopo settimane, l'erba è ancora là, nessuno ha fatto niente e i "vigili"(che vigilano ben poco) hanno fatto finta di non vedere. Dovesse mai scoppiare un incendio arderebbe anche la scuola; ma il sindaco è troppo occupato a rappezzare le strade per fare propaganda. Nessuno controlla e fa rispettare la legge, e questo è il risultato.

  • ...videosorveglianza delle aree sensibili (parchi naturali e pinete) e di recidiva ... rimboschimento immediato. Finanziare con multe e sequestri ai proprietari di aree abbandonate..per esempio

  • Il mollismo delle istituzioni sul pericolo incendi ad ogni livello dal legislatore alle forze dell'ordine è nauseante: ogni anno sempre le stesse notizie ...è chiaro che non si sta facendo nulla per la Prevenzione ... Per esempio triplicare le pene per i piromani ...

  • penso che i roghi salentini abbiano poco a che fare con l`erba secca, pensate solo che il grano che fino a 4-5 decenni veniva coltivato sotto gli ulivi maturava ad agosto, il salento è una fascia di terra nemmeno tanto larga che i salentini per primi vorrebbero cementificata, piena di case da affittare vuote la maggior parte dell`anno

  • La regione aveva detto cera tempo fino al 30 Aprile che dopo si passava alle multe per chi non aveva pulito le erbacce compreso le amministrazioni provinciali e comunali ma io non osentito nessuno che glie 'arrivato il verbale e pure per chi non tagliava gli alberi infetti se prima la reggione non pulisce cio che gli compete e la provincia e le comuni !!!!!!! Come si puo dire ai contadini che non anno pulitoooooooooo???????????

Notizie di oggi

  • Incidenti stradali

    Fuori strada di notte con la Mercedes, viene ritrovato morto all'alba

  • Attualità

    "Terra di pace e di accoglienza". Dalla Provincia il benvenuto a Salvini

  • Cronaca

    In tre lo accerchiano sotto casa, commerciante pestato e rapinato

  • Salute

    I salentini? Forti di cuore, ma consumano troppi farmaci per asma

I più letti della settimana

  • Attacco allo stand della Lega nella piazza, ragazza contusa

  • Oltre 1 chilo di cocaina, arrestato il fratello del boss del clan "Vernel"

  • Esalta il fisico con gli abiti giusti

  • Far West vicino alla banca: spari in aria, rapinati 35mila euro

  • Intonano cori da stadio a Pescara, leccesi aggrediti. Uno accoltellato

  • Malore improvviso, cameriere cade e batte la testa: in codice rosso

Torna su
LeccePrima è in caricamento