Si ribalta e l'auto prende fuoco. Ferito un 24enne

Nella notte, un ragazzo di 24 anni, si è ribaltato mentre viaggiava a bordo della sua autovettura. Avrebbe perso il controllo del mezzo, poi avvolto dalle fiamme. Condotto all'ospedale di Galatina, è tenuto sotto osservazione

Foto di repertorio (tutti i diritti riservati)

COLLEPASSO - Accanto al posto del guidatore, non c'era nessuno. Stava viaggiando da solo, nella notte, a bordo della sua autovettura, sulla strada provinciale 41, che congiunge il borgo di Noha a Collepasso. E che, alle quattro del mattino, era completamente deserta. Forse per un malore, o un colpo di sonno, Christian Buonanno. , un 24enne originario di Collepasso, avrebbe perso, in un attimo, il controllo della sua Alfa Romeo 147, ribaltandosi sulla carreggiata. Poi le fiamme, divampate tutte attorno al veicolo. In quel preciso istante, fortunatamente, nessun veicolo stava transitando sulla stessa via. L'unica presenza, quella di un vigilante dell'istituto di sorveglianza privata "Fidelpol" che, dopo aver assistito all'incidente, ha immediatamente allertato i vigili del fuoco.

Giunti sul posto, assieme ai carabinieri del nucleo radiomobile della compagnia di Casarano,  i "caschi rossi" hanno provveduto a domare il rogo, estraendo la vittima dalle lamiere. Soccorso dal personale medico e paramedico del 118, il 24enne è stato trasportato d'urgenza all'ospedale "Santa Maria Novella" di Galatina. Il quadro clinico del ragazzo sembrerebbe, al momento,  non essere particolarmente grave. Ma resterà ancora sotto osservazione, ricoverato nel reparto di Chirurgia del nosocomio della cittadina, per scongiurare qualunque tipo di conseguenza. I militari dell'Arma, intanto, stanno tentando di chiarire una serie di punti oscuri, essenziale per ricostruire la dinamica del sinistro.

 

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazzini abusati in un casolare, 69enne in carcere per pedofilia

  • Cocaina e sostanza da taglio disseminate in casa, insospettabile nei guai

  • Villa confiscata fin dal 2015, ma lui era sempre lì: sgombero forzato

  • Cosparso di escrementi e bruciato con le sigarette a 3 anni se si opponeva alle molestie: imputati il padre e lo zio

  • Costrette a prostituirsi anche con il maltempo, in manette lo sfruttatore

  • Preoccupazione per il vento delle prossime ore: allerta “gialla” sul Salento

Torna su
LeccePrima è in caricamento