Un autocarro effettua la manovra di retromarcia e investe la vigilessa

Il sinistro in mattinata a San Foca, la marina di Melendugno. Il mezzo, durante la manovra, ha colpito accidentalmente l’agente di polizia locale, alla prese con un servizio di viabilità

Foto di repertorio.

SAN FOCA (MELENDUGNO) – Paura, in mattinata, a San Foca. Un autocarro effettua una manovra in retromarcia e colpisce accidentalmente un’agente di polizia locale. Questa la prima ricostruzione del sinistro che si è verificato alle prime luci del giorno, nel centro della marina di Melendugno.

Il conducente del mezzo pesante, durante la manovra, ha investito inavvertitamente la vigilessa. Quest’ultima, impegnata in un ordinario servizio di viabilità, è caduta sull’asfalto. Soccorsa immediatamente dall’uomo che era alla guida del veicolo, poi dagli altri passanti, la donna è stata affidata alle cure del 118, fatte sopraggiungere dopo la segnalazione telefonica.

Sul luogo, oltre agli operatori sanitari, anche i carabinieri della stazione di Melendugno. L’agente, intanto, è stata trasferita presso il pronto soccorso dell’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce, in codice giallo. Fortunatamente, al termine delle visite, non le sono state riscontrate lesioni gravi. Per ora, resterà comunque ricoverata nel nosocomio.

Potrebbe interessarti

  • Un traguardo dopo l'altro: Lele dei Negramaro pronto alla 9 chilometri

  • Morso del ragno violino: sintomi, rimedi e cure

  • Uova: quante ne possiamo mangiare e come cucinarle

  • Bidoni della spazzatura, i metodi per averli sempre puliti e igienizzati

I più letti della settimana

  • Automobile si ribalta fuori strada, muore giovane madre di 33 anni

  • Vino adulterato: undici arresti e quattro aziende sequestrate dal Nas

  • Torna il maltempo, allerta arancione: forti temporali attesi a partire da ovest

  • Violento nubifragio sferza il Salento. Strade allagate, centri in tilt

  • Frontale al rientro dal mare, donna di 38 anni grave in Rianimazione

  • Incendio nel parco di Punta Pizzo. Giallo sul ritrovamento di un cadavere

Torna su
LeccePrima è in caricamento