Lesioni troppo gravi nello scontro in moto: non ce l’ha fatta il 25enne

È deceduto il ragazzo di Squinzano, coinvolto nel sinistro avvenuto nel tardo pomeriggio di giovedì , di ritorno dal mare

Il luogo del sinistro.

LECCE  - Una famiglia distrutta dal dolore: non ce l’ha fatta Andrea Maggio, il centauro 25enne, rimasto coinvolto in un violento scontro nell’ora del tramonto di giovedì, di ritorno dal mare. Il ragazzo è infatti spirato nelle ultime ore, nell’ospedale “Vito Fazzi”, dove si trovava ricoverato in prognosi riservata nel reparto di Rianimazione.

Le lesioni che ha riportato nell’impatto avvenuto con una Fiat Panda, sulla via che da Casalabate conduce a Squinzano, si sono rivelate fatali, tanto da strapparlo alla vita senza pietà. I medici, che sin dal primo momento, hanno provato di tutto per proteggerlo, non hanno potuto fare altro che constatare il decesso quando, all’alba, il suo cuore ha cessato di battere.

Il corpo, intanto, è stato trasferito nella camera mortuaria dello stesso ospedale del capoluogo salentino dove, i primi giorni della prossima settimana, il pm di turno presso la Procura della Repubblica disporrà l’autopsia dopo aver affidato l’incarico al consulente. Intanto, la moto guidata dal giovane e la Fiat Panda sono stati dichiarati sotto sequestro, come previsto nei casi di omicidio stradale. I carabinieri stanno eseguendo le indagini per stabilire la dinamica dell’accaduto, ancora poco chiara.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colto da malore al volante, fa a tempo ad accostare ma poi muore

  • Un violento scontro fra due veicoli: feriti entrambi i conducenti

  • Si recide l'arteria radiale del polso potando i suoi ulivi: 67enne muore dissanguato

  • Dopo la confisca, “testa di legno” per ditta in odor di mafia: sigilli a patrimonio dei De Lorenzis

  • Rimandata a casa con un antidolorifico per l’emicrania, ma aveva un ictus: indagato il medico

  • Mafia, droga e spari all’ombra delle “Vele”, chieste condanne per due secoli e mezzo

Torna su
LeccePrima è in caricamento