Schianto sulla strada statale 101, muore un giovane di 26 anni

L'impatto attorno alle 22,30 poco dopo lo svincolo per per lo stadio e la zona industriale di Nardò. Sul posto vigili del fuoco, operatori del 118 e polizia stradale, alla quale sono affidati i rilievi

NARDO – Una serata in pizzeria, a San Donato di Lecce, il rientro verso casa. Poi, inattesa, la morte, dopo un violento contatto. La vittima, Anthony Toma, un giovane di 26 anni, di Tuglie. Ha perso la vita nella tarda serata a causa di un incidente avvenuto sulla strada statale 101. Un tamponamento, all’origine di tutto, anche se la dinamica precisa deve ancora essere vagliata con attenzione dagli agenti di polizia stradale di Lecce.

Erano le 22,30 circa. In auto, con Toma, c’erano altre due persone, rimaste a loro volta ferite. All’improvviso, l’impatto. L’auto, una Renault Megan Scenic, sarebbe stata colpita da dietro da un’Alfa Giulietta. Forse un sorpasso all’origine di tutto. Di certo, le due vetture, una volta arrivate al contatto, sono divenute ingovernabili, tanto che la Giulietta, dopo il tamponamento, si è fermata a ridosso del guard-rail, sfondato, dopo un giro vorticoso su se stessa. Notevoli i danni riportati dai due veicoli, ai quali se n’è aggiunta una terza, una Fiat 500 L condotta da una donna, sopraggiunta negli istanti successivi al primo impatto.

Video | Sul luogo dell'incidente

Purtroppo, per Toma non c’è stato nulla da fare. Feriti, ma non in condizioni tali da far temere per la vita, gli altri due che erano in auto con lui e il conducente dell’Alfa, E.R., di Ruffano, che è stato condotto in ospedale soprattutto per gli accertamenti urgenti e per verificare, quindi, l’eventuale assunzione di sostanze stupefacenti o alcool. E le analisi sono risultate negative. Sul posto, oltre alla Polstrada e al 118, i vigili del fuoco.

Sgomento ha suscitato la notizia, una volta rimbalzata nella comunità di Tuglie. Anthony Toma, figlio unico, era conosciuto per la sua serietà e la capacità negli studi. A breve si sarebbe laureato in ingegneria aerospaziale, peraltro con voti molto alti. Un giovane che, a detta di chi lo conosceva, avrebbe potuto ambire a un futuro brillante. Purtroppo, il destino ha scelto un’altra via.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Droga ed estorsioni, maxi operazione della polizia: 72 ordinanze

  • Agguato in autostrada ai tifosi del Lecce: un mezzo dato alle fiamme

  • Psicosi da Covid-19: falso allarme, ma treno bloccato in stazione a Lecce

  • Malore alla guida, schianto sullo spartitraffico: 25enne in codice rosso

  • Due sinistri di ritorno dal mare: un uomo deceduto, l’altro gravemente ferito

  • Covid-19, chi rientra dalle zone colpite deve comunicarlo ai sanitari

Torna su
LeccePrima è in caricamento