Sangue sulle strade: auto schiacciata da due tir, muore una donna

Un violento tamponamento sulla 613, in direzione Brindisi: una donna, a bordo della sua Citroen C3, è rimasta incastrata fra le lamiere deformate nell’impatto. Sul posto vigili del fuoco, 118 e polizia stradale. Traffico in tilt

Il luogo del sinistro e i rilievi della Polstrada.

SURBO– Sangue lungo le strade del Salento. Una vettura resta schiacciata tra un camion e un tir, pare durante una manovra di sorpasso, in un violento tamponamento sulla statale 613: quella che collega Brindisi a Lecce. La conducente, Annamaria Dell'Anna, una 58enne originaria del capoluogo salentino e residente a San Cesario di Lecce, docente in un istituto professionale di Brindisi- il "Morvillo-Falcone" -, è morta a causa delle gravi lesioni riportate. Il drammatico sinistro nella mattinata di oggi, intorno alle 7 e mezzo, un'ora che rende la via piuttosto trafficata. L'impatto sulla corsia in direzione nord, verso la città adriatica e nei pressi dello svincolo per Trepuzzi e Surbo, al 28esimo chilometro, dove ha sede la nota rivendita "Metro".

Davanti all'auto distrutta viaggiava un mezzo cassonato, di quelli utilizzati per il trasporto di materiale edili e rifacimento strade. Dietro, invece, un tir utilizzato per la distribuzione di derrate alimentari. Il conducente di questo secondo mezzo è rimasto ferito, fortunatamente non in maniera grave. Il primo, invece, è rimasto illeso ma è stato comunque raggiunto dal personale sanitario perchè in stato di shock.

Il video: il dramma sulla strada statale Lecce-Brindisi

Sul posto, per immediati soccorsi, i vigili del fuoco del comando provinciale leccese. I pompieri hanno estratto il corpo della donna dalle lamiere del veicolo, una Citroen C3, per poi affidarla agli operatori del 118. Per lei, insegnante a Brindisi, non c’è stato però più nulla da fare. L’impatto è stato tanto violento, da accartocciare l’abitacolo nel quale la vittima è rimasta incastrata. La salma della 58enne è stata trasferita presso la camera mortuaria dell'ospedale "Vito Fazzi", su disposizione del pubblico ministero di turno presso la Procura della Repubblica di Lecce. Il medico legale incaricato, nei prossimi giorni, eseguirà alcuni accertamenti clinici sul corpo della donna, che lascia due figlie. Intanto, come previsto dalla procedura in caso di omicidio stradale, tutti i mezzi coinvolti sono stati posti sotto sequestro, per essere poi ispezionati dai periti che accerteranno le responsabilità.

Code lungo la statale e disagi per gli automobilisti, fermi a causa dei rilievi in corso. Gli agenti della polizia stradale di Lecce stanno eseguendo sopralluoghi e gestendo la viabilità in collaborazione con la polizia locale di Surbo, in un punto molto trafficato dell’arteria, per ricostruire la dinamica della tragedia. La fila di veicoli è stata dirottata in direzione di Surbo, da dove sarà possibile raggiungere Brindisi attraverso la litoranea.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Violento schianto in centro, coinvolto il musicista Nando Popu

  • Forestali, denunce a raffica. E sequestrate 98mila piantine di melograno

  • Carabiniere e “Le Iene” sott’accusa, chiesti 100mila euro di risarcimento

  • Spaccio di droga: in 14 a processo. Tra loro l’imprenditore dei vini Gilberto Maci

  • Nuova ondata di maltempo: allerta arancione in attesa delle violente raffiche di vento

  • Violentò la figlia e nacque una bambina: il padre condannato a 30 anni

Torna su
LeccePrima è in caricamento