Paura a Nardò: auto con madre e figli si ribalta, anziani travolti sulle strisce

Due incidenti, nelle ultime ore, alla periferia di Nardò. Il primo nel tardo pomeriggio di sabato, il secondo nella tarda serata: ad avere la peggio la donna, ricoverata in prognosi riservata

L'ambulanza sul luogo di uno dei due incidenti.

NARDÒ – Due incidenti in poche ore, a Nardò. Nella periferia della cittadina, per cominciare, un’auto si è ribaltata nei pressi dello svincolo per la statale 101, in direzione di Lecce. A bordo della Toyota Yaris,  uscita fuori strada e finita in una scarpata che costeggia la via, una donna e i suoi due bambini: tutti e tre, soccorsi dagli altri passanti e poi raggiunti dal personale del 118, sono stati condotti d’urgenza nell’ospedale “Vito Fazzi” del capoluogo salentino.

Vista la pericolosità della dinamica e la delicata fascia di età dei coinvolti, si è temuto il peggio, ma nessuno verserebbe in pericolo di vita. I feriti sono stati trattenuti nel nosocomio a scopo preventivo, per poter procedere con tutti gli esami clinici. La donna, tuttavia, una 45enne originaria di Lecce, è stata ricoverata in prognosi riservata. La donna è stata inoltre sottoposta, come da protocollo, agli accertamenti alcolemici e tossicologici per verificare l'integrità psicofisica prima di mettersi al volante.

Sul posto, oltre agli operatori sanitari e ai vigili del fuoco, ai quali è toccato estrarre i corpi dei feriti dall’abitacolo, anche le forze dell’ordine per effettuare i rilievi e per gestire la viabilità fino alla rimozione del mezzo. Ma non è tutto. Nel tardo pomeriggio di ieri, gli agenti di polizia locale neretina sono stati costretti a un intervento nel centro abitato. È accaduto in Corso Italia, nella zona 167, dove una coppia di anziani è stata travolta da un’auto in corsa.

Da una prima ricostruzione, basata sulle testimonianze fornite da coloro che hanno assistito alla scena, l’80enne e la 78enne stavano camminando lungo le strisce pedonali e il veicolo, questa l’ipotesi, non avrebbe fatto in tempo ad arrestare la marcia. Soccorsi dagli infermieri giunti con due ambulanze, i coniugi sono stati trasportati nell’ospedale leccese per alcuni accertamenti. Fortunatamente, nessuno dei due avrebbe riportato gravi conseguenze: sono stati infatti entrambi dimessi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sete post-pizza? Ecco il perché e come ovviare al problema

  • Paura in pieno giorno: tre esplosioni in pochi secondi. Sventrata una casa, fermato proprietario

  • Doppio blitz, armi nascoste e stupefacenti a chili: scattano le manette

  • Sfida a 200 all'ora: banda di ladri inseguita per oltre 70 chilometri

  • “Salvato il soldato Paolo”, carabinieri salentini in prima linea nel trasferimento del generale

  • Chiedono soldi per la festa patronale, esprime il suo "no" a mano armata

Torna su
LeccePrima è in caricamento