Travolto in bici da un furgone all’ingresso della 101: non ce l'ha fatta 79enne

Un anziano investito in territorio di Gallipoli. Soccorso dal 118 in stato d'incoscienza, è poi morto al “Vito Fazzi” di Lecce. Non aveva documenti con sé. La famiglia l'ha identificato per Antonio Caggiula 

Foto di repertorio.

GALLIPOLI – Un anziano ciclista investito e sbalzato di sella nei pressi dello svincolo per la statale 101: accompagnato d’urgenza in ospedale in gravi condizioni, è spirato durante il ricovero. Purtroppo il suo cuore ha cessato di battere. L’incidente stradale si è verificato poco prima delle 11, nelle vicinanze dell’ospedale di Gallipoli e in direzione Lecce.

La vittima, Antonio Caggiula, 79enne di Gallipoli, è stata infatti travolta da un camion condotto da un 49enne di Novoli. La dinamica dell’accaduto è, tuttavia, al momento sconosciuta. Soccorso immediatamente dallo stesso conducente che si è subito fermato e poi dai passanti, il ferito è stato affidato agli operatori del 118. Vista la gravità della situazione, l’uomo è stato trasferito direttamente al “Vito Fazzi” del capoluogo salentino in codice rosso.

Il quadro clinico era da subito piuttosto preoccupante e i medici non hanno potuto fare nulla per salvarlo. È deceduto in ospedale. Addosso nessun documento e, nella caduta, ha perso conoscenza. Sul luogo del sinistro, intanto, sono giunti i carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia gallipolina per eseguire i rilievi.

Il mezzo coinvolto nel tragico sinistro è stato sottoposto a sequestro per poter effettuare gli accertamenti e le perizie del caso. Come da protocollo previsto nei casi di decessi, il conducente è stato iscritto nel registro degli indagati per omicidio stradale. Un atto dovuto che consentirà di accertare la dinamica del drammatico fatto e procedere con l'addebito delle responsabilità. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Quanto all'identificazione della vittima, è avvenuta nel primo pomeriggio, sulla scorta di due elementi. I carabinieri, infatti, sono risaliti prima a un negoziante, dal quale - per la marca - si presumeva che l'uomo potesse aver acquistato la bicicletta. Il commerciante ha ipotizzato anche a chi potesse appartenere. E, purtroppo, ci aveva visto giusto, perché nel frattempo la conferma è arrivata da una parente di Caggiula,  lamentando il fatto che l'uomo non fosse rientrato a casa. E, a quel punto, sono stati gli stessi famigliari a identificarlo con certezza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ritrovato senza vita il corpo del sub: si era immerso per una battuta di pesca

  • Incidente sul lavoro, muore a 35 anni schiacciato da una macchina saldatrice

  • Con una molletta da bucato si "liberava" della droga: scoperto e arrestato

  • Cerca di riparare l’antenna in casa dei suoceri, poi precipita dal tetto: muore un 60enne

  • In primavera tornano le formiche: come combattere l'invasione in casa

  • Orrore in casa: tenta di dare fuoco alla moglie con liquido infiammabile

Torna su
LeccePrima è in caricamento