Morì in un terribile frontale, a giudizio il conducente dell'altra autovettura

Sarà un processo a stabilire le eventuali responsabilità nella morte di Valentina Costa, coinvolta in un incidente stradale a luglio 2017

LECCE – Quella del primo luglio del 2017 fu un’alba di sangue e di morte sulle strade del Salento, in cui perse la vita di una donna di 35 anni, Valentina Costa, originaria di Bagnolo del Salento, coinvolta in un terribile incidente stradale avvenuto verso le 4.30 sulla strada provinciale 48, che da Martano conduce a Otranto, a pochi chilometri dalla città idruntina. La vittima, che viaggiava a bordo di una Renault Clio, stava rientrando da Otranto dopo aver finito il turno di lavoro nel bar dove lavorava.

Ci sarà un processo per stabilire eventuali responsabilità nella tragedia avvenuta al chilometro 16 della sp48. La Clio su cui viaggiava la vittima si scontrò frontalmente con un'Alfa 156 su cui viaggiava D. G., 28enne di Otranto, rinviato a giudizio per omicidio stradale. Il processo si aprirà a marzo.

L'impatto tra le due auto fu violento, la 35enne morì sul colpo, prima che la sua auto fosse completamente avvolta dalle fiamme. Furono alcuni automobilisti di passaggio i primi a fermarsi e a tentare di prestare gli inutili soccorsi. Sul posto, pochi minuti dopo, intervennero i vigili del fuoco e i sanitari del 118, che trasportarono d'urgenza il ferito presso l'ospedale "Vito Fazzi" di Lecce. Per la 35enne, invece, non ci fu nulla da fare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sommozzatore in un pozzo: all’interno i resti del piccolo Mauro?

  • Forestali, denunce a raffica. E sequestrate 98mila piantine di melograno

  • Violento schianto in centro, coinvolto il musicista Nando Popu

  • Mezzo chilo di droga, pistole e munizioni: in manette zio e nipote

  • La barca s'incaglia, i tre pescatori tornano a riva sfidando il mare gelido

  • Dove c'era il lido, ecco spuntoni e detriti: scattano di nuovo i sigilli

Torna su
LeccePrima è in caricamento