homemenulensuserclosebubble2shareemailgooglepluscalendarlocation-pinstarcalendar-omap-markerdirectionswhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsapptelegramcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companieslocation-arrowcarbicyclesubwaywalkingicon-cinemaicon-eventsicon-restauranticon-storesunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Ruba una Mercedes ma si schianta contro una Palio che perfora una parete

Caccia al ladro maldestro che questa mattina ha provocato danni a iosa. Si cerca un soggetto alto 1 metro e 70 con felpa nera e jeans. E' fuggito a piedi dopo il clamoroso incidente in via Nutricati

Luca Capoccia Photo.

LECCE - “La sua auto è stata ritrovata, c’è solo un piccolo particolare: ha danneggiato il muro di una villetta”. Questa, pressappoco, la comunicazione della polizia locale del comando di viale Rossini.

In quanti possono dirsi così fortunati da vedersi restituire il proprio veicolo sottratto nel giro di poche ore? Quasi nessuno. Il più delle volte le vittime di un furto devono fare il segno della croce e dire addio alla vettura. Pazienza, quindi, se quella Mercedes Classe B ha vissuto una mattinata di assurde peripezie. Meglio danneggiata che persa per sempre.

Erano le 7 del mattino quando tra le grinfie di chissà quale losco individuo è finita quella berlina. Sottratta ai legittimi proprietari in via Pirandello, nel rione Santa Rosa. Qualche ora più tardi, però, eccola ricomparire in piena periferia. In via Trifone Nutricati, per l’esattezza. Una traversa di via Giammatteo. Il perché, è semplice: il malvivente a bordo, chissà per quale motivo (si può sospettare che fosse poco lucido), nella sua folle corsa ha finito per sbandare. Il risultato: un patatrac memorabile, degno di un’arma di distruzione di massa.

La Mercedes, infatti, è andata a schiantarsi contro la fiancata sinistra di un’auto parcheggiata, una vecchia Fiat Palio. E tale la violenza dell’impatto, che quest’ultima s’è letteralmente conficcata con la parte posteriore nel muro di cinta di una villetta, dopo aver abbattuto pesanti tufi. Tanto che ora il timore è che la parete sia pericolante. Per questo gli agenti di polizia locale hanno chiamato anche il tecnico comunale. Bisogna eseguire una perizia.

Sul posto, i primi a intervenire sono stati i poliziotti delle volanti della questura. I residenti hanno composto il 113 quando hanno udito un vero e proprio boato. I poliziotti hanno raccolto indicazioni precise sul ladro, grazie ad alcune testimonianze. Uscito più o meno incolume dopo lo schianto, ha abbandonato il frutto del suo “lavoro” e se l’è svignata a gambe levate.

Si cerca un giovane alto circa 1 metro e 70, con una felpa nera e un paio di jeans. La polizia locale, nel frattempo, ha avviato i rilievi. E sì che di danni, il delinquente, ne ha combinati parecchi. In puro stile tsunami. 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (18)

  • A me sembra una palio uno dei tanti "capolavori" di mamma fiat

  • Una Brava station wagon? ... WTF, bisogna dire a Marchionne di metterla in produzione perché finora non è mai esistita. Quella è una Palio, viva la competenza ...

  • Chiudere tutte le autorimesse e i furti d'auto diminuiranno almeno del 50%

  • Ma quanti sapienti ci sono a commentare. .

    • Guarda che io conosco certe procedure. Direi che si può agire anche d'ufficio in certi casi e non c'è bisogno di aspettare il via libera di un magistrato.

  • Ma quale Brava è una Fiat Palio...!!!

    • Perché, dell' "arma di distruzione di massa" ne vogliamo parlare?

  • diretto... na "palio" ete.Gia berlina la brava face c....e figurate station wagon

  • volevo precisare che non e' una marea station wagon ma una palio

  • È arcinoto che basterebbe bloccare le vie che portano a un capoluogo vicino per recuperare la maggior parte delle auto rubate a Lecce e Provincia. Purtroppo è la veritá, dura e cruda. Altra veritá di Pulcinella, che fine fanno le auto rubate? Perchè non costringere i costruttori a marchiare tutti i pezzi di un' auto nuova? Con la costruzione robotizzata sarebbe una operazione banale e non costosa.

    • Caspiterina....ma tu hai una soluzione a tutto! Ma cosa stai a fare dietro quella tastiera? Perché non esci allo scoperto e ti candidi alle prossime elezioni in quanto tuttologo... Con i tuoi commenti colmi di demagogia e soluzioni, mi fai venire il sonno....ma per favore....

      • A proposito, solo adesso ho letto un'altra tua risposta ad un mio intervento riguardo un tizio che ha provocato un gravissimo incidente stradale e che tu, in un certo senso giustificavi. Ma come ti permetti di insinuare accuse su persone che assolutamente non conosci. Nell'arco della mia vita ho solo beccato una multa e non ho mai arrecato danni a nessuno, figuriamoci provocare gravi incidenti. Se credi che io sia qualcuno che conosci, inviami una corrispondenza privata e ti dimostreró che stai prendendo un grossissimo abbaglio. Per il futuro rinnovo più che mai l'invito a ignorarmi, con somma pace tua e mia.

        • A parte il fatto che non ho alcuna intenzione di mettere in agitazione qualcuno, non ho mai, e dico mai, giustificato un atto criminale e mai lo farò. Per quel che riguarda i tuoi consigli, credo che continuerò a leggere e commentare quello che mi pare, nei limiti del consentito, esercitando di fatto il diritto di libertà di stampa che è una delle garanzie che ogni Stato di diritto, assieme agli organi d'informazione (giornali, radio, televisioni, provider internet) dovrebbe garantire ai cittadini ed alle loro associazioni, per assicurare l'esistenza della libertà di parola e della stampa libera (sancita dall'Art. 21 della Costituzione). Ergo, se proprio non vuoi avere dei confronti civili con altre persone che commentano questo quotidiano on-line, io invito te ad evitare di postare i tuoi inutili commenti. O quantomeno prima di scrivere abbi la decenza di contare fino a dieci...(Posteriores enim cogitationes... sapientiores solent esse). Ti saluto, stammi bene e stai sereno.

      • Stefano mi hai messo in agitazione, lungi da me crearti questo disturbo. Ti prego, ma senza ironia, d'ora in avanti non leggere i miei interventi.

      • Ha ragione Diego. Conoscono tutti questo discorso e purtroppo caro Stefano lo conosci anche te.... Ma ti vergogni troppo per ammettere d'aver sbagliato... Ogni tanto, però, un mea culpa non ha mai fatto male a nessuno...

        • Non credo che il tuo amico abbia bisogno di difensori. E ti assicuro che non ho nulla di cui vergognarmi. "Aliena vitia in oculis habemus a tergo nostra sunt". Non aggiungo altro

Notizie di oggi

  • Eventi

    La Notte della Taranta diventa una grande maratona della solidarietà

  • Cronaca

    Un altro giro di giostra, la tragedia di Samuele sembra non aver insegnato nulla

  • Cronaca

    Nonostante i domiciliari continua l'attività di pusher, torna in carcere 28enne

  • Cronaca

    Tenta di forzare il postamat ma rimedia solo una doccia di inchiostro

I più letti della settimana

  • Maxi rissa all'ingresso del Samsara, otto persone identificate e denunciate

  • Un volo di otto metri: muore sotto gli occhi del figlio titolare di una ditta di luminarie

  • L’amica non ha notizie da Facebook e chiede aiuto: 56enne trovata senza vita

  • Arriva in ospedale con tagli su tutto il corpo: un 32enne aggredito a Torre dell'Orso

  • Aggredisce la madre e lancia un coltello contro la sorella, in carcere 24enne

  • Di notte contromano per le vie del centro, provoca incidente e fugge. Arrestato

Torna su
LeccePrima è in caricamento