Un colpo di sonno e l’auto finisce sulla corsia opposta: 21enne in Rianimazione

Un ragazzo di Porto Cesareo ricoverato in prognosi riservata, dopo lo schianto nella notte contro un olivo. Stava per rincasare

Foto di repertorio.

PORTO CESAREO – Un colpo di sonno, perde il controllo del mezzo e finisce sulla carreggiata opposta. L’auto in un terreno si schianta contro il tronco un albero di olivo. Accompagnato d’urgenza presso il pronto soccorso dell’ospedale “Vito Fazzi” il 21enne di Porto Cesareo, rimasto coinvolto nell’incidente autonomo avvenuto intorno alle 2 e mezzo.

Il ragazzo stava viaggiando, da solo, alla guida della sua Alfa 147: si trovava sulla provinciale che da Veglie conduce a Porto Cesareo. Giunto all’altezza della Masseria Li Curti, ormai alle porte del borgo ionico, però, qualcosa è andato storto e il conducente ha sbandato con violenza. Giunto in ospedale, è stato medicato e sottoposto agli accertamenti: ha riportato diverse lesioni, alcune delle quali piuttosto gravi, ma non sarebbe in pericolo di vita.

Al termine degli esami, è stato ricoverato nel reparto di Rianimazione, in prognosi riservata. Sul luogo del sinistro, nel quale non sono rimaste coinvolte altre autovetture, i carabinieri della stazione di Veglie, assieme ai colleghi del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Campi Salentina. Il giovane ferito è stato anche sottoposto ai test alcolemico e tossicologico: tutti risultati negativi. Si è dunque trattato di un improvviso colpo di sonno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sommozzatore in un pozzo: all’interno i resti del piccolo Mauro?

  • Forestali, denunce a raffica. E sequestrate 98mila piantine di melograno

  • Mezzo chilo di droga, pistole e munizioni: in manette zio e nipote

  • La barca s'incaglia, i tre pescatori tornano a riva sfidando il mare gelido

  • Dove c'era il lido, ecco spuntoni e detriti: scattano di nuovo i sigilli

  • "Mi sta picchiando". Viene fermato due volte poco prima dell'alba e arrestato

Torna su
LeccePrima è in caricamento