Fuori strada di notte con la Mercedes, viene ritrovato morto all'alba

Un uomo di 33 anni di Erchie è deceduto in un tragico incidente avvenuto sulla Boncore-San Pancrazio, in agro di Veglie. L'auto si è rovesciata in una scarpata

VEGLIE – Il volo nella scarpata è stato fatale. Nessun guard-rail, in quel punto. Un lungo rettilineo che, però, cela insidie. Non solo rade barriere divisorie dai campi sottostanti, ma anche avvallamenti nell’asfalto. Bisogna conoscerla bene, la strada provinciale 109, che collega Boncore, la frazione di Nardò a due passi da Porto Cesareo, a San Pancrazio Salentino, e percorrerla con estrema prudenza.

Velocità, colpo di sonno, malore improvviso. Difficile da dirsi. L’unica certezza, per ora, è che Salvatore De Punzio Morleo, 33enne, meccanico di Erchie (molto conosciuto, nella sua zona), ha perso la vita nella notte. Anche se nel buio non era facile scorgere l’auto volata giù, per qualche automobilista di passaggio. Solo attorno alle 5 ci si è accorti della Mercedes E220 capovolta in mezzo all’erba alta, a circa 300 metri di distanza dal punto in cui era uscita fuori strada. Il giovane non aveva fatto rientro a casa, nel comune della provincia di Brindisi dove risiedeva, e la famiglia si era allarmata.

Video | Ha perso il controllo su un rettilineo 

Nulla da fare, all’arrivo dei soccorsi, fra cui i vigili del fuoco del distaccamento di Veglie, che hanno dovuto forzare uno sportello per estrarre De Punzio Morleo dall’abitacolo e consegnarlo agli operatori del 118, arrivati dalla vicina provincia di Brindisi. Questi ultimi, però, purtroppo, non hanno potuto fare altro che constatare il decesso del giovane.

L’incidente è avvenuto in un tratto prossimo al borgo di Monteruga, e i rilievi sono in mano ai carabinieri della stazione di Veglie. Stando a quanto verificato finora, De Punzio Morleo stava facendo rientro a Erchie, ma ben prima di arrivare al confine territoriale fra le due province, all’improvviso, il veicolo ha subito una sbandata verso destra.

Nessun ostacolo fra la Mercedes e il pendio laterale, molto vicino al margine della carreggiata. Tranne che per un palo di legno, posto a divisione dei terreni. L’automobile l’ha colpito in pieno e, forse anche per questo, si è rovesciata. Il 33enne è così rimasto intrappolato nel mezzo. Senza possibilità di scampo. 

Il giovane, che non era sposato, abitava con i genitori. Ieri sera aveva salutato ed era uscito, senza però dire dove fosse diretto. Forse aveva trascorso la serata nella zona di Porto Cesareo. E, alle prime ore del giorno, è arrivata la terribile notizia. La salma, su disposizione del magistrato di turno, è stata riconsegnata alla famiglia. 

Potrebbe interessarti

  • Concertone Notte Taranta: quaranta brani per una notte senza soste

  • Balneazione, un pericolo da non sottovalutare: le correnti di risacca

  • Addio agli aloni su finestre e specchi, come lavare i vetri di casa

  • Pannelli fotovoltaici: come funzionano e i vantaggi

I più letti della settimana

  • Spaccio di cocaina nella "movida": 13 arresti e quattro locali rischiano la chiusura

  • Col volto travisato, avvicinano un bimbo: la madre li vede e urla, poi la fuga

  • Un tuffo dall’alta scogliera: lesioni cervicali per un 16enne

  • Briatore scatenato su Instagram: “A Gallipoli mandano via gli yacht”

  • Fingono di scaricare birra appostati davanti ai “paninari”: militari catturano il ricercato

  • Scu, droga a fiumi e spari nella notte: in 46 rischiano il processo

Torna su
LeccePrima è in caricamento