Incidenti prima del derby con la Virtus, sconto di pena per i due tifosi

Ridotta la condanna nel processo d'appello per gli incidenti avvenuti in una stazione di servizio lungo la strada che conduce a Brindisi

LECCE – Sconto di pena nel processo d’appello per i due tifosi del Lecce arrestati per i disordini avvenuti prima del derby tra la formazione salentina e la Virtus Francavilla, in un'area di servizio sulla strada per Brindisi, all'altezza dello svincolo per i rioni Bozzano e La Rosa, ad agosto del 2017.

Due anni e otto mesi (3 anni e otto mesi in primo grado a Brindisi) la pena concordata con i giudici della Corte d’appello di Lecce per Moreno Colella, assistito dall’avvocato Raffaele Benfatto; e 3 anni (4 in primo grado) per Sandro Quarta, 41enne assistito dall’avvocato Roberto Flavio Polosa (del Foro di Bari). Entrambi sono tornati liberi.

Gli arresti furono eseguiti, al termine di un’indagine lampo, dalla Squadra mobile di Brindisi, che ha raccolto la testimonianza degli agenti presenti al momento dei tafferugli e visionato alcuni filmati. Le accuse a vario titolo sono di violenza, resistenza, lesioni personali e concorso con ignoti nel danneggiamento dell'autovettura di servizio.

Alcune auto dei tifosi leccesi dirette a Brindisi, subirono una sorta di “imboscata” dai supporters brindisini. I tifosi giallorossi avrebbero affrontato gli “avversari”, creando pericolo e rallentamenti alla circolazione. Alla richiesta degli agenti della polizia stradale di riprendere la marcia, avrebbero reagito con violenza, danneggiando l’auto di servizio e colpendo due poliziotti. Per riportare la situazione sotto controllo gli agenti esplosero in aria due colpi di pistola.

Per gli altri tredici imputati è stata fissata al 13 dicembre l’udienza preliminare dinanzi al gup del Tribunale di Brindisi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pioggia e violente raffiche di vento mettono mezzo Salento in ginocchio

  • Allerta arancione per maltempo anche nel Salento. Scuole chiuse in diversi comuni

  • Tentato omicidio in una masseria: colpito alla bocca un operaio 27enne

  • Burrasca agita lo Ionio e devasta barche, pontili, maneggio e persino un ristorante

  • "Scuole aperte nonostante l'allerta meteo": Cgil denuncia rischi per alunni e lavoratori

  • Precipita dalle mura del centro di Gallipoli: un 30enne in gravi condizioni

Torna su
LeccePrima è in caricamento