Incrociano i carabinieri dopo avere rubato una Panda: due giovani nei guai

Dalla vicina Monteroni si erano recati a San Pietro in Lama per rubare un'auto. Agli arresti domiciliari sono finiti un 24enne e un ragazzo di 25 anni. La coppia avrebbe tentato la fuga, ma poi sono stati raggiunti e bloccati dalla pattuglia dei militari

SAN PIETRO IN LAMA – Dalla vicina Monteroni si erano recati a San Pietro in Lama per rubare un’auto. Ma poi hanno avuto la sfortuna di incrociare una pattuglia dei carabinieri della Tenenza di Copertino, i quali non potevano certo sorvolare su una Fiat Panda che procedeva, alle 4 di questa mattina, a tutta velocità a fari spenti e nel senso di percorrenza opposto. 

Due i giovani che ora si trovano agli arresti domiciliari con l’accusa di furto aggravato. Si tratta Michele Pati, 24enne, nato a Lecce ma residente a Monteroni e di Matteo Bisconti, 25 anni, nato a Copertino e anche lui residente a Monteroni. Alla vista dell’auto i militari hanno subito acceso i dispositivi luminiosi lampeggianti intimando l’alt all’autista della Panda che, però, avrebbe tentato di fare perdere le tracce con una repentina e pericolosa manovra a esse. 

Ma dopo dopo un breve inseguimento i carabinieri hanno l’auto in fuga. Dai controlli è merso che la Fiat Panda era stata rubata pochi minuti prima a San Pietro in Lama. A bordo dell’auto i militari hanno trovato gli attrezzi da scasso usati per il furto, nonché l’estrattore utilizzato per far partire l’auto forzando il sistema di accensione. I due ragazzi non avrebbero saputo dare una valida giustificazione. Il magistrato di turno ha disposto per i due i domiciliari.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro, quattro feriti. Ragazzo di 22 anni finisce ricoverato in coma

  • Le mani della Scu sul gioco d’azzardo: arresti e sequestro da 7 milioni di euro

  • Auto acquistate con “Spot&Go”, scatta l’inchiesta: s’indaga per truffa

  • Formaggi venduti per Grana e conservati dal gommista, scatta il sequestro

  • Perde un anello molto prezioso e lo ritrova lanciando un appello su facebook

  • In poche ore due spaventosi incidenti con feriti sulle strade del Salento

Torna su
LeccePrima è in caricamento