Lanciano ordigno sul balcone: piovono calcinacci, danni alla finestra

L'esplosione tra sabato e domenica a Cavallino, contro la casa di un 29enne. I carabinieri hanno rinvenuto tracce di cartone compresso utilizzato per fabbricare la bomba

Foto di repertorio

CAVALLINO - L’onda d’urto ha divelto intere parti di una finestra, mattoni in vetro cemento compresi. Una violenta esplosione è stata udita intorno all’una di notte, tra sabato e domenica, in via San Cesario di Lecce, a Cavallino. Ignoti hanno infatti fatto deflagrare un ordigno artigianale al primo piano di uno stabile, nel quale risiede Alessio Iasella, 29enne del posto. Il ragazzo noto alle forze dell’ordine perché fermato due anni addietro con un cinque grammi di marijuana nascosti negli slip, nella capitale, e un ulteriore chilogrammo della stessa sostanza all’interno di un residence nel quale era ospite, nel quartiere Esquilino.

Si tratta di una vecchia vicenda, ora il ragazzo è in libertà, tanto da aver sistemato la sua abitazione, colpita ore addietro da qualcuno che ha lanciato la bomba carta di proposito sul balcone posto al primo piano. Al pian terreno della stessa palazzina, c’è la sede del laboratori di falegnameria del padre, nel quale presta la propria manodopera anche il figlio. Ma il grosso petardo, del quale sono rimaste tracce evidenti come del cartone compresso, è stato volutamente indirizzato appositamente in alto, per colpire il 29enne.

L’esplosione non ha danneggiato soltanto il vetro e l’infisso ma, avendo colpito in pieno lo spigolo della finestra, ha innescato una pioggia di calcinacci. Sul posto, allertati dai residenti del luogo che hanno udito il boato, i carabinieri della stazione locale, guidata dal maresciallo Riccardo De Bellis. I militari dell’Arma hanno ascoltato il 29enne, alla ricerca di indizi investigativi che aiutino a risalire agli autori del gesto, ma la vittima dell’intimidazione ha riferito di non avere dubbi su chi possa aver fatto ricorso a un gesto tanto violento.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ubriaco in contromano, causa incidente con una vittima: conducente in arresto

  • Tallonano la Punto, poi il colpo di pistola per far scendere la vittima

  • Cade da un'altezza di dieci metri praticando il parkour: 16enne in gravi condizioni

  • Paura sulla statale: perde il controllo e si schianta contro guardrail e albero

  • Suv scorrazzano tra studenti e bagnanti. E si tenta di deviare lo sbocco a mare dell'Idume

  • Dalla perquisizione della vettura spunta la droga: coppia di fruttivendoli nei guai

Torna su
LeccePrima è in caricamento