Indagini su Antonio Fitto, disposta perizia sui testamenti della ricca zia

Saranno le verifiche grafologiche disposte dalla Procura a stabilire l’autenticità dei due documenti per i quali sono indagati l’ex sindaco di Maglie, il figlio e un altro parente

MAGLIE – La firma sui testamenti con i quali la zia lasciava una ricca eredità era autentica? A stabilirlo sarà la perizia grafologica disposta questa mattina dal pubblico ministero Donatina Buffelli nell’ambito dell’inchiesta che vede indagati per falso l’ex sindaco di Maglie Antonio Fitto, il figlio Felice e un altro familiare Domenico Guglielmi, residente a Chieti.

Agli accertamenti che saranno svolti entro 90 giorni (a partire dal 5 febbraio) dall’ingegnere Antonio Schirinzi, parteciperanno anche i consulenti nominati dalle parti: Sergio Frontini per Antonio Fitto, Vittoria Zecca per Guglielmi e Maurizio Scalese per il fratello di Antonio, Raffaele. E’ stato proprio quest’ultimo, con la sua querela, a mettere sotto la lente della Procura i due testamenti di Luigia Fitto (uno porta la data del 7 ottobre 2015 e l’altro del 9 maggio 2009) deceduta l’11 maggio 2017.

Gli indagati sono difesi dagli avvocati Francesco Vergine e Salvatore Nisi, mentre la persona offesa è assistita dall’avvocato Ladislao Massari.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (5)

  • Mettono le mani ovunque ci sono soldi, e come dici troppo spesso indagati.

  • Come diceva Socrate 2500 anni fa, ciò che muove gli uomini sono solo il POTERE, la RICCHEZZA, le DONNE! Passano gli anni, ma non è cambiato molto......

  • I Fitto troppo spesso indagati ....

    • ma anche questa andrà in prescrizione..

      • almeno ha capito di cosa sono Indagati o no?? oppure basta scrivere?? Diciamo che è una questione famigliare e non altro

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Una 15enne: “Lo zio mi ha molestata per sette anni”. Via all’inchiesta

  • settimana

    Nuova irruzione in banca in pieno giorno: caccia ai rapinatori

  • Attualità

    Si urla al complotto per un photored, ma sulle regole poi ci si autoassolve

  • Cronaca

    Farmaci scaduti al “Vito Fazzi”, convalida del sequestro. Due indagati

I più letti della settimana

  • Paletta, ma non sono agenti: rapinato in strada della sua Bmw

  • Si scaglia contro il rapinatore e lo fa arrestare: da lunedì avrà un contratto nel market

  • Fascette per legargli zampe e collo, un cane chiuso nel sacco e gettato nel canale

  • Impatto devastante all'incrocio di notte: due feriti e auto distrutte

  • Giallo Martucci, rivelazioni delle sorelle. “L’assassino lo abbiamo tra le mani, andate a prenderlo”

  • S'imbatte nella Classe A, riconosce i truffatori e li fa prendere dalla polizia

Torna su
LeccePrima è in caricamento