“È stato un incidente nel deposito”: giunge in ospedale con ferite da scoppio

Un 46enne di Galatone, nel tardo pomeriggio di domenica, accompagnato dalla moglie a Lecce, a seguito del ferimento dovuto a un’esplosione di materiale elettrico

Foto di repertorio.

GALATONE – Ancora poco chiara la dinamica dell’incidente nel quale, nel pomeriggio di ieri, è rimasto ferito un uomo. Intorno alle 19, infatti, un 46enne di Galatone è stato accompagnato dalla propria moglie presso l’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce, con alcune lesioni causate da uno scoppio. Le ferite, sul volto e in testa, sarebbero compatibili con l’esplosione di una batteria o comunque del materiale elettrico.

Il fatto si è verificato in un deposito di proprietà dell’uomo, adiacente alla sua abitazione, in contrada Toffo. Lo scoppio è stato udito dalla coniuge che si è immediatamente recata nel magazzino. Accompagnato in pronto soccorso, è stato medicato dal personale sanitario, senza gravi conseguenze.

Sul luogo dell’episodio sono intanto accorsi i carabinieri della stazione di Galatone, coordinati dalla compagnia di Gallipoli. I militari ascolteranno il ferito, per accertare quanto accaduto.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Le batterie possono esplodere qualora sottoposte a stress di carica o scarica. Durante queste fasi devono essere arieggiate e prima di inserire i contatti col veicolo è opportuno 'soffiare' fortemente sui poli. Come detto, lo scoppio può avvenire allo scoccare di una scintilla che innesca l'area satura di idrogeno liberatosi dalla soluzione elettrolitica. Avviene spesso quando si fa ponte con altri veicoli nel momento di distacco delle pinza dei cavi di collegamento.

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Intercettazioni su Marti, la Giunta della Camera dei deputati si tira fuori

  • Cronaca

    Furti dalla borsa e prelievi, badante infedele sottrae migliaia di euro

  • Cronaca

    Vetri in frantumi di notte: tentativo di furto o vandalismo? Al vaglio i filmati

  • settimana

    Torna il linguaggio mafioso a Parabita: minacce ai commissari e manifesti funebri al candidato

I più letti della settimana

  • Finisce con la Porsche nei campi: muore durante il ricovero giovane imprenditore

  • Accerchiata la masseria dello spaccio. E in una grotta, droga a volontà e un'arma

  • Troppo gravi le ferite, muore in ospedale 25enne ferito in un incidente stradale

  • Attendono il direttore, arrivano i carabinieri: banda colta sul fatto

  • Mercatone Uno, doccia fredda per 256: chiesto concordato preventivo

  • Cocaina, materiale esplosivo e arma in cassaforte: arresti e denunce

Torna su
LeccePrima è in caricamento