La droga entrava in carcere: condannati padre e figlio

Giovanni Sinistro, 62 anni di Lecce e il figlio Errico, di 33, dovranno anche pagare 18mila euro. I fatti risalgono al 28 luglio del 2008. Disposta anche l'interdizione perpetua dai pubblici uffici

Carcere+borgo+s+nicola+6996-2
Padre e figlio condannati per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti, rispettivamente a cinque anni di reclusione. Giovanni Sinistro, 62 anni di Lecce e il figlio Errico, di 33, dovranno anche pagare 18mila euro e il gip Maurizio Saso, nel processo che si è celebrato con il rito abbreviato, ha anche disposto l'interdizione perpetua dai pubblici uffici, riconoscendo equivalenti le attenuanti con le aggravanti. Il giudice ha infatti tenuto in considerazione la confessione piena fornita dai Sinistro, difesi dall'avvocato Pantaleo Cannoletta.

Il padre, secondo le indagini coordinate dalla squadra mobile di Lecce, coadiuvati nell'occasione dagli stessi agenti di polizia penitenziaria di Borgo San Nicola, avrebbe procurato e comunque consegnato al figlio all'interno del carcere leccese 18 grammi di sostanza, contenente il 12 per cento di monoacetilmorfina, pari a 92 dosi. Il figlio avrebbe ricevuto la droga, pur essendo recluso nelle patrie galere. I fatti risalgono al 28 luglio del 2008.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Politica

    Congedo: "Filobus ed estimi, due errori del centrodestra. Salvemini? Senza coraggio"

  • Politica

    Fiorella: "Liberare il centro storico per pedoni e bici. Sgm va riprogettata"

  • Cronaca

    Rogo divampa nella notte: distrutti due mezzi di una ditta edile

  • Politica

    Biglietto unico e corse anche da Galatina: le novità di "SalentoinBus"

I più letti della settimana

  • Attacco allo stand della Lega nella piazza, ragazza contusa

  • Fuori strada di notte con la Mercedes, viene ritrovato morto all'alba

  • Esalta il fisico con gli abiti giusti

  • Malore improvviso, cameriere cade e batte la testa: in codice rosso

  • Intonano cori da stadio a Pescara, leccesi aggrediti. Uno accoltellato

  • Esplode il distributore di bibite: operaio 23enne in prognosi riservata

Torna su
LeccePrima è in caricamento