La ringhiera cede durante la pittura: cade dal balcone

Due incidenti sul lavoro in mattinata: brutta caduta da circa quattro metri d'altezza per un imbianchino 54enne di Salice: ricoverato al "Vito Fazzi". E in un autodemolizione resta ferito un operaio

In un primo momento le condizioni sembravano molto più gravi, tant'è che l'ambulanza del 118 è partita alla volta del "Vito Fazzi" di Lecce in "codice rosso", poi diventato "giallo" strada facendo. La prognosi è comunque riservata, e resta sempre un pericolo di vita: la caduta, da circa 3-4 metri d'altezza, gli ha procurato un trauma cranico commotivo. Se l'è vista davvero brutta un 56enne di Salice Salentino, Giuseppe Lezzi: i medici lo tengono sotto stretta osservazione.

L'uomo, un imbianchino, è stato vittima del classico incidente sul lavoro: un salto nel vuoto da un'abitazione estiva, a causa del cedimento di una ringhiera, e la brutta caduta dall'alto, con un urto alla testa. Il caso è ora al vaglio dei carabinieri della stazione locale, dipendenti da Campi Salentina, insieme ai tecnici dello Spesal: gli accertamenti dovranno appurare l'eventuale responsabilità di terzi.

L'episodio s'è verificato questa mattina, quando erano circa le 8 del mattino, a Torre Lapillo, frazione di Porto Cesareo. L'uomo stava eseguendo alcuni lavori di pitturazione di mura esterne di un'abitazione estiva, su commissione dei proprietari, quando si è appoggiato alla ringhiera in alluminio di una casa confinante. Secondo i primi accertamenti da parte dei militari, per dipingere la parete che affaccia sull'atrio dell'abitazione, dalle terrazze si sarebbe spostato su un balcone della casa vicina, appoggiandosi alla ringhiera. Purtroppo, però, la ringhiera ha ceduto, provocando la caduta dell'uomo per terra. Fortunatamente alcuni passanti hanno dato subito l'allarme e ciò ha permesso ai soccorsi di essere tempestivi. I carabinieri hanno sottoposto a sequestro le due abitazioni. L'uomo stava lavorando da solo sul balcone di quella casa, per cui non ci sarebbero testimoni oculari dell'evento.

E un altro grave incidente sul lavoro s'è verificato, sempre in mattinata, sulla San Cesario-Galatina, presso un autodemolizione. Un uomo di 35 anni di Castellana Grotte (provincia di Taranto), Antonio Mastronardi, è caduto da un camion mentre caricava materiale di alluminio per conto di una ditta specializzata in riciclaggio di rottami. Mastronardi, insieme ad un collega, si trovava nella cabina del mezzo, intento ad alcune operazioni di controllo, quando, sportosi forse in maniera eccessiva, è precipitato, battendo violentemente la testa. Ricoverato presso l'ospedale "Vito Fazzi" di Lecce, è in prognosi riservata.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia, estorsioni e droga: disarticolato gruppo vicino al clan Tornese

  • Rogo nel negozio per le feste: in manette ex gestore del "Twin Towers"

  • Cicloturista preso in pieno da un'auto: deceduto dopo il trasporto in ospedale

  • Cede il cric durante il cambio della ruota del tir: ferito un meccanico

  • Bimba di 9 anni nel negozio. "Portata in una stanzetta e palpeggiata"

  • Paura in volo: piccolo aereo sfonda il muretto di un'abitazione

Torna su
LeccePrima è in caricamento