Ladri in azione: colpiscono parco solare e negozio, ma i colpi sfumano

I casi a Castrignano de’ Greci e Carmiano. In entrambi vigilanti hanno sventato i furti. Poggiardo: una denuncia

Foto di repertorio.

LECCE – Due tentati furti, nelle ultime ore, nel Salento. Il primo episodio poco prima delle 2 della notte, nelle campagne di Castrignano de’ Greci. Un vigilante dell’istituto di sicurezza privata “La Folgore”,  durante un controllo, ha infatti notato alcune anomalie nei pressi di un campo fotovoltaico della zona.

Sceso per una verifica, ha trovato la recinzione tagliata da un lato e ripiegata verso l’interno. Nel parco dei pannelli, però, non mancava nulla. Dell’accaduto sono state informate le forze dell’ordine. Un altro tentato colpo, inoltre, anche ai danni di un negozio a Carmiano.

IMG_6903-3Si tratta della rivendita di casalinghi “Linxiaoje”, in via Veglie. Pochi minuti prima delle 2, qualcuno ha cercato di introdursi nel locale, ma il sistema di allarme si è attivato, richiamando sul posto le guardie giurate dell’istituto “Fidelpol”. Sul luogo, anche i carabinieri della compagnia locale: nessuna conseguenza, i ladri sono fuggiti a mani vuote dopo aver arrecato lievi danni alla porta di ingresso dell'attività.

I carabinieri della stazione di Poggiardo, invece, al termine di indagini, hanno denunciato per furto aggravato P.C., 58enne di Brindisi. Nei suoi confronti sono stati raccolti elementi concordanti per riternerlo l'autore del furto di un avvitatore giallo con il relativo kit di inserti e due batterie del valore complessivo 600 euro, rubato da un'officina di infissi nel pomeriggio del 18 luglio. Durante una perquisizione in casa del bridinsino è stato rinvenuto proprio l’avvitatore, restituito  al legittimo proprietario. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colto da malore al volante, fa a tempo ad accostare ma poi muore

  • Un violento scontro fra due veicoli: feriti entrambi i conducenti

  • Si recide l'arteria radiale del polso potando i suoi ulivi: 67enne muore dissanguato

  • Dopo la confisca, “testa di legno” per ditta in odor di mafia: sigilli a patrimonio dei De Lorenzis

  • I pacchi? In casa della postina infedele. E il figlio scovato con la droga

  • Rimandata a casa con un antidolorifico per l’emicrania, ma aveva un ictus: indagato il medico

Torna su
LeccePrima è in caricamento